Medicina

Diabete e rischio cardiovascolare

diabete
1 dic 2015 - 06:16

Corrado-Tamburino

Nello scorso numero abbiamo affrontato la problematica legata all’aumentato rischio cardiovascolare dei soggetti diabetici, sottolineando la necessità e l’importanza di una più restrittiva prevenzione cardiovascolare primaria.

In sintesi, le strategie di prevenzione cardiovascolare in soggetti diabetici che non hanno avuto un evento ischemico equivalgono a quelle che devono essere adottate nei pazienti che hanno avuto già un evento ischemico. Un altro aspetto importante riguarda lo screening strumentale di malattia cardiovascolare nei soggetti diabetici.

Non ci sono precise raccomandazioni su quali esami strumentali eseguire per diagnosticare precocemente la malattia aterosclerotica nei soggetti diabetici, e quindi la scelta del percorso diagnostico va personalizzata considerando diversi fattori clinici individuali accuratamente valutati dal medico.

Tuttavia è utile ed è pratica comune nei soggetti diabetici in prevenzione primaria, eseguire di routine elettrocardiogramma, ecocardiogramma ed ecocolordoppler dei vasi del collo annualmente. Vogliamo ricordare che la normalità o la stabilità di tali non esclude la possibilità di avere un evento iperacuto come l’infarto del miocardio.

Il controllo dei fattori di rischio cardiovascolare con un sano stile di vita e mediante l’ausilio dei farmaci, è la migliore arma per minimizzare il rischio di eventi ischemici. 

Con la collaborazione della dott.ssa Piera Capranzano

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA