Evento

A Catania l’XI Congresso regionale dei ginecologi ospedalieri dal 3 al 5 novembre

download
30 ott 2016 - 17:45

CATANIA – L’XI Congresso Regionale dei ginecologi ospedalieri dell’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani) si terrà a Catania dal 3 al 5 novembre.

Il programma scientifico è stato realizzato con il contributo dei ginecologi ospedalieri e del territorio siciliani con il coordinamento dei segretari provinciali AOGOI e dal segretario regionale Giuseppe Ettore, di recente eletto vicepresidente nazionale.

Le tematiche scelte hanno puntato a creare un ampio confronto e dibattito per consolidare procedure e terapie innovative in ambito ostetrico e ginecologico. Particolare rilievo avranno le sessioni che coinvolgono il Ministero della salute, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l’Assessorato regionale della salute per migliorare e sollecitare il lungo e tortuoso percorso della messa in sicurezza dei punti nascita in Sicilia, al fine di abbassare i tassi oramai non più giustificabili di morbilità e mortalità materna e perinatale, esiti inappropriati e i rischi per i professionisti.

A tal fine si riuniranno nella sede congressuale il Comitato Percorso Nascita nazionale e quello regionale per fare il punto sulla rete di assistenza ostetrica neonatale a 6 anni dall’accordo S.R. 16/12/10 e alla luce del DM 70 di Marzo 2015.

Ciò potrà rappresentare un momento di confronto e di aggregazione sui caldi temi della sicurezza dei punti nascita, di estremo interesse e attualità in tutte le regioni.

Anche quest’anno verrà trattato il tema della prevenzione dei rischi legati alla nascita e verrà presentato il progetto AOGOI in collaborazione con Assessorato Salute e CEFPAS “Formare Formando” per la formazione e la simulazione in ostetricia per tutti i professionisti dei punti nascita siciliani.

Importanti aggiornamenti scientifici verteranno sull’uso dei probiotici in ginecologia, sulla malattia paradontale e salute della donna, sempre più correlata con sterilità e patologie della gravidanza come il parto pretermine, sulle nuove frontiere della diagnosi ecografica precoce dei tumori dell’ovaio e sulla nutrizione e supplementazione perinatale al fine di fornire alla madre i nutrienti utili per sè e per il bambino.

In collaborazione con l’Associazione “CiaoLapo onlus” una intera sessione verrà dedicata alla promozione e standardizzazione delle buone pratiche di comunicazione e di cura degli eventi avversi in ostetricia e neonatologia con il coinvolgimento di ginecologi, neonatologi, psicologi, rappresentanti dei cittadini e genitori colpiti dalla perdita del bambino a termine di gravidanza o subito dopo la nascita.

Ampio spazio sarà, inoltre, dedicato ai contributi delle Società Scientifiche: AGITE, SEGI, SIEOG, SIMP e SIGITE, al Gruppo di lavoro regionale “Diabete in Gravidanza” e “Parole in Grembo” e come di consueto di particolare interesse saranno le sessioni promosse dalle ostetriche dell’AIO e dalla FESMED, sindacato che rappresenta i ginecologi e i chirurghi ospedalieri italiani.

Alla cerimonia inaugurale, prevista giovedi 3 alle ore 17.30 allo Sheraton hotel di Catania, porteranno il saluto il sindaco Enzo Bianco, l’assessore regionale della salute Baldo Gucciardi, il magnifico rettore Giacomo Pignataro, il presidente della facoltà di medicina Francesco Basile, il presidente dell’Ordine dei medici di Catania Massimo Buscema e il direttore dell’ARNAS Garibaldi Giorgio Santonocito.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA