Scatti di memoria

Via Sant’Euplio, antico scorcio di eleganza a Catania

via sant'euplio
29 nov 2015 - 06:01

franz_cannizzo

CATANIA - È una delle vie più eleganti del centro storico di Catania ed è ricca di testimonianze secolari e dal grande appeal commerciale.

Parlo e pubblico, questa domenica, alcune foto di via Sant’Euplio, parallela di via Etnea che va da Piazza Stesicoro a viale Regina Margherita e Piazza Roma e anticamente detta strada delle Fosse o semplicemente Fosse per via delle numerose tombe di epoca antica qui presenti (ad esempio, sotto “La Rinascente” troviamo una delle aree archeologiche più importanti ed estese della Sicilia, arriva sino al Palazzo delle Poste, a cui non è permesso ancora oggi accedere privando Catania di un importante sito turistico, se non si incontrasse una resistenza decennale da parte del grande magazzino e una inspiegabile ritrosia della Sovrintendenza di Catania).

All’inizio di Via Sant’Euplio troviamo il Palazzo della Borsa, palazzo storico della città, dove ha sede la Camera di Commercio di Catania e che sarà possibile visitare in occasione di alcuni prossimi eventi natalizi. Di fronte al Palazzo della Borsa è possibile vedere i resti della chiesa di Sant’Euplio, co-patrono della città, distrutta durante la seconda guerra mondiale e non più ricostruita.

Lungo la strada sono ubicati il Monte di Pietà, l’angolo della moda, con i negozi “Maglie & Co” (con gli storici commercianti di Catania, la famiglia Velis), “Trussardi” e “La Rinascente”, il Teatro “Metropolitan”, realizzato nel secondo dopoguerra ed il Palazzo delle Poste.

La strada nella sua lunghezza odierna prese forma a partire dal 1932 quando venne realizzato il tunnel artificiale che sottopassa l’ingresso monumentale da via Etnea, del Giardino Bellini, il cui perimetro orientale viene costeggiato fino alla Piazza Roma. Prima di tale data infatti la strada terminava all’altezza dell’edificio postale in un ampio slargo dove si apriva un teatro all’aperto.

Uno sguardo alle foto della mia collezione ed un invito ad osservare i particolari di ognuna di esse ci permetterà anche oggi di conoscere di più e meglio la nostra bella città.

Commenti

commenti

  • euplio6
  • euplio5
  • euplio3
  • euplio2

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento