Salute

Un’integrazione alimentare importante…le alghe marine

Piatto alghe
20 feb 2015 - 06:34

Le alghe sono conosciute perché povere di grassi e calorie, e ricche di proteine, vitamine, sali minerali e fibre. La loro importanza diventa primaria per i soggetti vegetariani e vegani, in quanto alcune carenze nutrizionali possono essere colmate grazie alle loro proprietà.

Presentano un forte potere detossificante, sono rigeneranti e in parte presentano proprietà dimagranti in quanto intervengono nella regolazione del metabolismo di carboidrati e grassi. 

In genere l’utilizzo delle alghe per l’alimentazione umana si è avuto prevalentemente nelle zone costiere, nei paesi dell’Oceano Atlantico il cui venivano principalmente utilizzate per la loro proprietà di addensare (gelatine, budini, marmellate) e in Estremo Oriente.

Quali sono le principali caratteristiche?

  • elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi (omega-3);
  • elevata concentrazione di proteine altamente digeribili e buon rapporto amminoacidico;
  • elevata concentrazione di minerali;
  • elevata concentrazione di vitamine;
  • elevata quantità di fibre;
  • basso contenuto di calorie;
  • basso contenuto di grassi;
  • presenza modesta di carboidrati a basso indice glicemico)

Grazie a queste caratteristiche si possono compensare gli squilibri alimentari nei paesi industrializzati, dovuti all’eccessivo introito calorico associato all’impoverimento di micronutrienti (vitamine, minerali) causato dalle varie manipolazioni a cui sono sottoposti, purtroppo, tutti i prodotti industrializzati.

Detto questo il supplemento di alghe ai piatti di legumi, verdure o pesce può garantire una valida integrazione nutrizionale naturale.

Ma quali nutrienti apportano?

  1. Vitamine: la vitamina A, come beta-carotene, e altri carotenoidi sono presenti anche 20 volte più che nella carota, il gruppo B, inclusa la B12, vitamine C, D ed E.
  2. Minerali: calcio, potassio, magnesio (qualche grammo/100 gr.) e di iodio (fino a 400 mg/ 100 g. nelle alghe marine). Il contenuto di sodio è tale da non dovere poi aggiungere sale nelle pietanze; rame e zinco presenti in tracce ma in forma altamente biodisponibile;
  3. Fibre: le alghe sono caratterizzate dalla presenza di particolari polisaccaridi fibre insolubili in grado di assorbire grandi quantità di acqua. L’agar-agar (presente ad esempio nelle alghe del genere Gelidium) è utilizzato per diminuire il senso di fame e promuovere la peristalsi. Le carragenine presenti nel Chondrus crispus, possono aiutare a ridurre il colesterolo, controllare la glicemia e anche proteggere dagli effetti nocivi delle radiazioni se assunte per circa una settimana, prima e dopo l’esposizione.

Concludendo…

  • Valida integrazione per chi ha un’alimentazione poco varia e ricca di alimenti raffinati;
  • Prevengono varie patologie in quanto possiedono proprietà antivirali, antibiotiche, antimicotiche e immunostimolanti;
  • Contrastano l’invecchiamento e rallentano i fenomeni degenerativi.

L’assunzione è sconsigliata in soggetti con ipertiroidismo! 

Anna Roccaro

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento