Diventa Giornalista

Spazio Gioco in chiesa: i bambini giocano e i genitori seguono la Messa

La "ricetta" di don Matteo Malgioglio per invitare i genitori a portare a Messa i propri figli.
image
29 apr 2015 - 18:49

È stato intitolato “Spazio Gioco Bimbi” ed è l’iniziativa dedicata dalla parrocchia San Domenico Savio di Scordia (CT) ai suoi numerosi bambini, in particolare a quelli da 0 a 6 anni, per agevolare la partecipazione dei genitori alla Messa domenicale e per accogliere anche quella fascia di età a cui spesso non è dedicata una specifica pastorale.

Molti genitori, soprattutto giovani, erano costretti a partecipare a turno all’Eucaristia per prendersi cura del bambino; altri preferivano “disertare” la Messa per evitare le occhiatacce dei fedeli ai loro bambini, che magari durante la celebrazione parlotterebbero, giocherebbero o – i più temerari – farebbero su e giù per la chiesa per giocare con i candelieri.

Lo Spazio Gioco, ideato dal giovane parroco don Matteo Malgioglio, èstato aperto proprio per ovviare a tutto questo. In un ampio spazio della cantoria della chiesa parrocchiale, i bambini possono divertirsi con cartelloni, libri da colorare e numerosi giocattoli messi a loro disposizione dalla comunitàparrocchiale. Il tutto sotto la serena vigilanza dei propri genitori, che possono comunque seguire la Celebrazione dalla balconata della cantoria, che si affaccia proprio sul l’aula liturgica.

«Lo Spazio Gioco offre ai bambini più piccoli un ambiente adatto a incoraggiare le prime esperienze di partecipazione alla Messa domenicale insieme ai genitori –ci dice il parroco, don Matteo Malgioglio –affinché possano crescere nella fede e scoprirsi presto membri a pieno titolo della nostra comunità parrocchiale».

L’essere presente in chiesa con i propri genitori durante la Messa, e il non essere lasciato altrove, crea infatti nel bambino l’idea che partecipare alla Messa è una cosa importante, e così, quando saranno più grandi, lo faranno più volentieri e non vedranno la Messa come un evento noioso e “per grandi”.

L’apertura dello Spazio Gioco, avvenuta lo scorso novembre, rappresenta il primo tentativo di risposta al piano pastorale della Diocesi di Caltagirone, che vuole rinnovare l’iniziazione cristiana dedicando maggiore attenzione proprio a questa fascia di età. Inoltre, si ècollocata significativamente nella solennitàdi Cristo Re, nella quale la liturgia fa risuonare il brano del Vangelo in cui Gesùha detto: “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo dei miei fratelli piùpiccoli, l’avete fatto a me”.

È questo ciò che ha tentato di fare la parrocchia San Domenico Savio: permettere di incontrare Gesù anche ai più piccoli. Se sia riuscita nell’intento il futuro ne darà conferma. Intanto i bambini e le mamme che, da meno di sei mesi, popolano lo Spazio Gioco, fanno ben sperare.

Francesco Amato

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento