Giustizia

Rottamazione delle cartelle di Riscossione Sicilia. C’è tempo fino al 31 marzo

1426272507-0-cartelle-pazze-ncd-replica-ai-grillini
14 mar 2017 - 06:02

Fino al 31 marzo 2017 è possibile richiedere l’applicazione della c.d. “Rottamazione delle cartelle” di Riscossione Sicilia. Si può aderire a tale procedura, abbattendo sanzioni e interessi di mora, con un risparmio complessivo che può arrivare anche al 50% del debito iniziale.

Possono aderire a tale rottamazione, tutti coloro che, per le ragioni più varie (IRPEF, IRAP, CANONE RAI, VERBALI STRADALI), versano in una posizione debitoria nei confronti di Riscossione Sicilia (ex Serit Sicilia). Attraverso tale adesione, sarà possibile ottenere un sostanzioso abbattimento delle somme richieste da Riscossione Sicilia, relativamente a tutte le cartelle emesse dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2016. Inoltre, potrà provvedersi alla rateizzazione di tale nuova sommatoria del debito, in n. 5 rate complessive, da estinguersi entro il 2018.

Con la rottamazione delle cartelle pertanto non si pagheranno:

• SANZIONI SULLE SOMME DA PAGARE, FATTA ECCEZIONE PER LE MULTE;

• INTERESSI DI MORA;

• SOMME AGGIUNTIVE DOVUTE SUI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI.

In particolare, con la presentazione della domanda, si bloccano tutte le iniziative di Riscossione Sicilia, che non può quindi né iscrivere fermi e ipoteche né attivare procedure esecutive. Le azioni esecutive in corso vengono pertanto interrotte.

Avv. Vincenzo Andrea Caldarella

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA