Sport

Pirlo lascia la Juventus e vola a New York: “Grazie maestro”

Pirlo
6 lug 2015 - 19:23

È stato il club bianconero sul proprio sito web ad ufficializzare la notizia: Andrea Pirlo non è più un giocatore della Juventus. 

Dopo quattro anni nella squadra bianconera, il calciatore conclude qui la sua avventura per volare a New York ed iniziare una nuova sfida nella Mls vestendo la maglia dei New York City.

“Grazie Maestro. Non può che iniziare con queste due parole il saluto, l’omaggio ad Andrea Pirlo, al termine della sua avventura in bianconero”. Inizia così l’annuncio sul sito web per omaggiare Pirlo e la sua carriera nella Juve. 

E ancora: “Grazie per quello che ci ha fatto vedere, vivere, vincere in questi anni. ‘Maestro’ perché tra tutti i suoi soprannomi è sempre stato quello che ci è piaciuto di più. I compagni lo chiamano ‘Professore’ e in effetti, per loro, campioni affermati, trovarsi al fianco di Andrea é come seguire una lectio magistralis. Per chi invece professionista non è, conoscere la raffinata semplicità del suo gioco è una rivelazione continua, è come scoprire l’essenza stessa del calcio. Ecco perché per noi ‘Maestro’ è più indicato. E poi è l’appellativo degli artisti, siano essi pittori, registi del cinema, direttori d’orchestra”.

Parole di stima profonda, rispetto e affetto quelle dedicate al calciatore. E infine: “Pirlo, in campo, é tutto questo. È carisma silenzioso, è controllo di palla, è la finta che spiazza uno, due, tre avversari in un colpo. È l’apertura improvvisa, il pallonetto che scavalca la difesa. È la testa in moto pepetuo, quando il gioco è lontano. Uno sguardo a destra, uno al centro, uno a sinistra, per tenere d’occhio compagni e avversari. Per sapere prima di tutti cosa accadrà non è preveggenza, non è istinto. È pura e semplice intelligenza”.

Ciao Pirlo.

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento