Notizie dal mondo

Picchia la sua ragazza per 7 ore di fila fino ad ucciderla: tutto per “gelosia”

violenza donne
23 feb 2017 - 16:37

LONDRA - Una gelosia esagerata che costa una vita, semplicemente per un messaggio.

Un gesto inconsulto e assolutamente fuori da ogni realtà quello di Jordan Matthews che ha ucciso la sua fidanzata Xixi Bi, 24enne di origini cinesi ma stabilitasi in Gran Bretagna per ragioni di studio.

Perché? Perché i neuroni di Jordan hanno deciso di fargli picchiare la propria ragazza per sette ore di fila fino ad ucciderla soltanto per aver visto la notifica di un messaggio inviato da parte di un uomo a Xixi, perdendo la testa mentre erano a casa insieme, una sera. Sotto tragica tortura, alla fine la ragazza ha perso i sensi e successivamente è morta.

A quel punto il ragazzo ha chiamato soccorsi e medici che non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. L’autopsia sul corpo della ragazza ha rilevato 40 ferite gravi che hanno lesionato gli organi interni, conseguenza di un’emorragia che è stata fatale.

Xixi era già stata vittima di abusi e violenze da parte del suo fidanzato che l’aggrediva ad ogni minimo sospetto. Dall’autopsia, inoltre, sono state riscontrate delle fratture ancora in via di guarigione, segno che la 24enne era stata recentemente colpita da Jordan.

L’omicida è stato condannato a 20 anni di carcere, dopo aver confessato ha detto: “Sì, sono stato io, ma non volevo ucciderla”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA