Scatti di memoria

Ognina: le foto d’epoca

ognina 1964
28 giu 2015 - 09:00
franz_cannizzo
 
Il nome della borgata deriverebbe da quello di un antichissimo fiume, il Lònganon che, sebbene ricoperto dalla disastrosa eruzione del 1381, mostra ancora oggi le sue tracce nelle varie fonti lungo le coste.

Nell’antichità Ognina fu sede di un importante centro di commerci, quel porto di Ulisse celebrato nelle pagine di numerosi poeti e scrittori (Tucidide, Virgilio, Plinio).

Le vicende del borgo sono legate in modo indissolubile a quelle della Chiesa di Santa Maria di Ognina che, secondo le fonti, fu costruita nel 1308 forse sullo stesso sito di un’abbazia basiliana di cui non si conserva più alcuna traccia.
 
Dalla cronaca del XVI secolo attribuita al notaio Merlino si apprende che l’antica chiesa (a differenza della torre che le si affianca e che poi fu ricostruita), non crollò con il terremoto del 1542 anzi che, dopo le prime scosse, vi furono trasferiti i pochi carcerati per volere della “gran curti” non furono liberati come avvenne per tutti gli altri detenuti della città.
Le foto sono scatti degli inizi del Novecento e degli anni ’60 e ’70 successivi.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 pensieri su “Ognina: le foto d’epoca

  1. Marina Alonzo

    salve! esistono foto primi novecento dell’incrocio via messina con via timoleone? i miei nonni comprarono nel 30 una casa, dove ancora abito, ma non ho foto di quel periodo e mi piacerebbe molto vedere come era!

    1. NewSicilia

      Purtroppo nessuna foto “istituzionale” dell’incrocio. Via
      Messina nacque a supporto dell’attività di lavorazione dello zolfo che si
      trovava nell’attuale Viale Africa, che ospitava le principali aziende di
      lavorazione del minerale, caratterizzate dalle famose “ciminiere”.

      1. Marina Alonzo

        grazie cmq per la risposta che arricchisce il mio patrimonio di conoscenze. il motivo strategico della nascita di via messina “traccia” la nascita della mia famiglia. infatti il mio bis nonno Alfredo Alonzo grazie alle sue miniere tracciava la strada dove i miei nonni materni negli anni 30 acquistarono casa!

Lascia un Commento