Scatti di memoria

Il Novecento a Catania

1975 vittorio emanuele II
1975 vittorio emanuele II
11 ott 2015 - 06:10

franz_cannizzo

Cinque cartoline d’epoca selezionate dalla mia collezione fotografica, questa domenica d’Ottobre per i lettori di “Newsicilia” e che dedico, brevemente, al Novecento Catanese che ha consegnato alla città opere interessanti, ma anche una notevole, caotica e disordinata espansione edilizia (che continua ancora oggi. Il brutto esempio ci viene dato, purtroppo, dalla villa Liberty che in questi giorni è stata abbattuta, nel silenzio più assoluto da parte della Sovrintendenza e da molti altri uffici, dalle ruspe di una ditta edile nella centralissima via Federico Ciccaglione. Nasceranno i soliti alveari di cemento, in una città che ha un’offerta di appartamenti molto superiore alla domanda presente e… futura).

La foto più antica di oggi è quella che ritrae, nel 1926, Piazza Santa Maria del Gesù mentre nella cartolina successiva, dei primi anni ’50, è ripreso un particolare della fontana.

A breve dovrebbe partire un’azione di recupero, con una sponsorizzazione di privati, di questa bella piazza e mi auguro, viste le precedenti esperienze in città, che stavolta si faccia riferimento anche alla bellezza dei luoghi nel passato.

Le altre immagini sono di epoche diverse: quella dedicata alla statua del Re Vittorio Emanuele II, in Piazza Roma, è degli anni ’70 dello scorso secolo (ancora in buone condizioni, a differenza di oggi) ed altri due scorci fotografici con l’incrocio tra Via Etnea e Viale Regina Margherita, vivacissimo alla fine degli anni ’50 e di Viale XX Settembre, scattata qualche anno prima.

Da questa breve carrellata di foto salta subito agli occhi che Catania era una città decorosa, ordinata e pulita. Una città curata, in modo maniacale e con una punta di orgoglio, sia dagli amministratori dell’epoca che dai suoi cittadini. Ed oggi, cosa succede in città?

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento