Alimentazione

I miracolosi benefici dell’olio extravergine di oliva

olio
3 mar 2017 - 16:52

L’olio extravergine d’oliva è uno degli alimenti tipici della dieta mediterranea. Esso è tra i condimenti più usati nella cucina italiana e viene principalmente prodotto nelle regioni del Sud come la Puglia, la Sicilia, la Campania e la Calabria. Affinché possa essere definito extravergine, l’olio d’oliva subisce una lavorazione esclusivamente meccanica, escludendo il trattamento industriale. In esso devono essere riscontrabili determinate proprietà quali il grado di acidità, non superiore allo 0,8% e un punteggio dal punto di vista organolettico non inferiore a 6,5. L’olio d’oliva che non soddisfa questi rigorosi controlli assume altre tipologie di denominazione, motivo per cui l’olio extravergine viene considerato il più pregiato.

L’olio extravergine d’oliva è considerato un alimento fortemente benefico per la prevenzione e la cura di numerosissime patologie. L’olio d’oliva è l’alimento per eccellenza indicato per chi soffre di colesterolo alto. In virtù delle sue proprietà benefiche, è indispensabile per abbassare i livelli di colesterolo LDL (chiamato anche colesterolo cattivo), mantenendo stabili quelli dell’HDL (quello buono). 

Recenti studi hanno dimostrato che le persone che consumano abitualmente olio d’oliva hanno minori possibilità di essere affetti da cancro, in particolare quello al seno. A rafforzare questa tesi, la mortalità dovuta ai tumori nei paesi del Nord Europa è molto più alta di quella della zona mediterranea. È consuetudine comune pensare che una dieta ricca di grassi possa provocare danni all’organismo, ma non è la quantità bensì la qualità dei grassi a determinare l’insorgere di numerose malattie. Una dieta ricca di grassi monoinsaturi, contenuti principalmente nell’olio d’oliva e nella frutta secca aiuta a prevenire diverse patologie. Il nostro consiglio è di incoraggiare il consumo di questi cibi sani e genuini, come ad esempio l’olio pugliese insieme ad altri alimenti tipici della dieta mediterranea.

La presenza di polifenoli favorisce la prevenzione o il ritardo dell’insorgere di malattie neurodegenerative, su tutte l’Alzheimer. Inoltre, è stato verificato che il consumo di olio extravergine d’oliva favorisce il miglioramento delle proprietà mnemoniche, soprattutto su anziani e bambini. Consumare olio d’oliva abbatte il rischio di depressione e svolge un ruolo di antidepressivo naturale.

Maria Morelli

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA