Sfogo

Furto in casa Facchinetti: “Se lo Stato non mi difende lo farò da solo”

16903412_10154550416333155_575549168725082232_o
27 feb 2017 - 19:04

Erano circa le 11,30 di una domenica mattina, la scorsa per la precisione, quando in casa del padre di Francesco Facchinetti, Roberto – noto tastierista dei Pooh – si è verificato un tentativo di furto che ha messo in agitazione i suoi familiari. 

Il presunto ladro, chiamato da Dj Francesco, “animale di 2 metri”, sarebbe stato scoperto da Yuri, il piccolo nipotino di Facchinetti, che ha “intimorito” per pochi secondi il malvivente che, subito dopo, ha continuato a rovistare nelle stanze dell’abitazione come se nulla fosse per poi fuggire.

Alcune ore fa, il cantante, ha deciso di sfogarsi sulla sua pagina Facebook scrivendo un post molto forte: “Basta mi SONO ROTTO I COGLIONI. Ieri mattina alle 11 e 30, RIPETO DI MATTINA, è entrato un MOSTRO, una BESTIA in casa di mio papà. Lì vivono anche i miei fratelli, il marito di mia sorella Giulia e il mio piccolo nipote Lorenzo. Questo animale di 2 metri ha cercato prima di rubare e poi, una volta scoperto da Yuri, lo ha tramortito per poi scappare via. Ma vi rendete conto: LA DOMENICA MATTINA ALLE 11 e 30. Tutto questo è follia! Ma dove cazzo siamo finiti?!? Peggioriamo ogni giorno di più, bisogna reagire e se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno per noi. Sto andando a comprarmi un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo! SE LO STATO NON MI DIFENDE LO FARÒ DA SOLO. Mi prendo tutte le responsabilità di quello che ho detto”.

A condividere il pensiero del cantante sono in molti, primo fra questi Matteo Salvini che ha condiviso il post di Facchinetti, scrivendo: “Io sto con Francesco Facchinetti (Dj Francesco)!”

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA