Cosmetica

La cura della pelle dopo le vacanze

Estate
31 ago 2014 - 17:51

È brutto dirlo ma l’estate ormai è finita o quasi, io ancora non mi arrendo!
Pertanto penso possa essere interessante dare alcuni consigli sulla cura della nostra pelle al rientro dalle vacanze.

I veri fanatici direbbero che ormai è troppo tardi, siamo quasi spacciati. Se non abbiamo utilizzato le giuste protezioni solari, unto il nostro corpo con litri di creme idratanti, bevuto ettolitri d’acqua, assunto le giuste vitamine, mangiato frutta e verdura e chi più ne ha più ne metta, c’è poco da fare: ci ritroveremo fra qualche anno con la pelle cadente, piena di macchie e rughe. Io sarò ottimista ma credo che ancora siamo in tempo per correre ai ripari.

A parte l’ironia, é doveroso dire che con il sole non bisogna scherzare perché può causare problemi considerevoli che non si limitano certo a qualche macchia cutanea. L’attenzione deve essere sempre alta perché un’ustione può causare danni seri non solo nel breve ma anche nel lungo termine.

La prima cosa da fare per aiutare la nostra pelle “provata” dal sole è idratarla. Consigliare una crema idratante piuttosto che un’altra è un po’ difficile perché ne esistono di ogni genere e specie. Quello che vi posso dire, però, è che io mi trovo molto bene con il fluido corpo idratazione intensa della Neutrogena.

Neutrogena (foto della farmacia Ottavia)

Neutrogena (foto della farmacia Ottavia)

Una buona alternativa, a mio parere, è il gel aloe puro 99,9% della Planter’s, si tratta di un cosmetico biologico molto delicato ma allo stesso tempo efficace.

Planter's (tratta dal blog bio bio e ancora bio)

Planter’s (tratta dal blog bio bio e ancora bio)

Per chi invece non ama né le creme troppo ricche né i gel, consiglio di provare il fluido di idratazione profonda della Collistar: è leggermente profumato e si assorbe molto rapidamente anche se non è adatto per chi ha una pelle molto secca.

Collistar (tratta dal sito Douglas)

Collistar (tratta dal sito Douglas)

Ovviamente tutto dipenderà dai propri gusti e dalle proprie esigenze ma al di fuori della varie marche le sostanze che garantiscono una elevata idratazione sono sicuramente l’olio di argan, di mandorle dolci e il burro di karitè. A voi la scelta!

Come seconda cosa bisogna soffermarsi sulla detersione del corpo. Vanno evitati i bagnoschiuma troppo aggressivi (diffidare da quelli che producono molta schiuma) e 1-2 volta a settimana sarebbe opportuno dedicarsi una “coccola” in più utilizzando uno scrub: esso serve a eliminare le cellule morte, favorendo il turnover cellulare, rende più elastica e morbida la pelle e inoltre aiuta a rimuovere i peli incarniti.
A tal proposito vi consiglio il Thalasso scrub della Geomar. Ce ne sono 3 tipi: illuminante, rimodellante e rinnovamento cutaneo profondo. L’ultimo ritengo che sia il migliore però bisogna massaggiarlo con delicatezza. Per agevolarne l’utilizzo esistono le praticissime bustine monodose con il quantitativo giusto per 1-2 applicazioni.

Geomar

Geomar

Importante sapere che gli scrub non sono sempre indicati per chi ha una pelle sensibile e sono totalmente banditi per chi soffre di patologie come psoriasi, couperose o lì dove ci sono lesioni superficiali. Dopo l’utilizzo vi consiglio sempre di usare una crema idratante.

Queste sono delle semplici linee giuda per aiutare la pelle del nostro corpo dopo l’estate. Nei prossimi articoli parleremo anche di come prenderci cura dei nostri capelli e della pelle del viso.

Per qualsiasi chiarimento scrivete a [email protected]

 

 

 

 

Commenti

commenti

Ambra Mosca



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati