I nostri tempi

Conoscersi in chat: risorsa o fonte di delusione?

fratelli-chat
1 gen 2017 - 18:43

La tecnologia da circa una quindicina d’anni ha portato nella nostra quotidianità un modo di conoscere gente davvero particolare: la chat. Ognuno di noi almeno una volta nella vita ha utilizzato questo modo di conoscere gente, per lo più del sesso opposto, attraverso questo mezzo di comunicazione che con l’esplosione dei social network ha avuto una crescita davvero esponenziale.

Su questo mezzo di comunicazione negli anni la critica si è davvero sbizzarrita, sia per quanto riguarda gli aspetti positivi che per quanto riguarda quelli negativi. Su questi ultimi naturalmente il dibattito si è soffermato di più, specie con le ultime campagne contro il cyberbullismo che, potrà sembrare strano, ma spesso riguarda anche persone che hanno superato quindici anni da parecchio tempo.

L’aspetto fondamentale di questo tipo di comunicazione, che da alcuni viene definita un’evoluzione tecnologica dell’amicizia di penna, sta molto più alla base. Chi spesso tenta di conoscere l’anima gemella attraverso le vie telematiche dà una semplice occhiata al profilo della persona in questione e comincia a sognare di incontrarla e di instaurare una romantica storia d’amore con essa o addirittura di mettere su famiglia. Fino a quando la conoscenza è solamente virtuale e non reale da ambo le parti c’è molta disinibizione. Ma quando improvvisamente un giorno si decide di incontrarsi di presenza tutto cambia e non solo perché la persona che ci vediamo spuntare davanti può essere totalmente diversa, sia di aspetto fisico che di sesso, da come la vedevamo al pc. L’incontro reale è tutta un’altra cosa e li la disinibizione lascia il posto ad un imbarazzo che può essere mitigato magari provando a sentire per telefono quella persona prima dell’incontro reale o guardandosi in webcam. Alcuni fatti accaduti in passato hanno raccontato di truffe via chat o addirittura anche di uccisioni al momento dell’incontro reale, ma il dato preoccupante è che determinate persone di questi tempi non riescono a fare a meno di Facebook e Meetic per comunicare anche con persone che conoscono da tantissimo tempo e che la vita virtuale sta sostituendo sempre più quella reale.

Tanto per fare un banale esempio, anni fa esisteva sul sito di un noto stabilimento balneare di Catania una bacheca di chat libera dove chiunque poteva far notare la propria presenza con un saluto. Quando meno te l’aspettavi rispondeva una persona del sesso opposto con la quale si iniziava una conversazione culminante nello scambio dei contatti. Si poteva iniziare a “sognare”, ma cosa ne potevamo sapere se quella persona nei mesi estivi al lido ogni qualvolta la degnavi di uno sguardo ti mimava un “Che cosa guardi? Che cosa vuoi? Vattene!!”   

La vita virtuale ci fa spesso credere di stare in un mondo che nella quotidianità ci possiamo solo sognare e a questo proposito abbiamo scambiato quattro chiacchiere con alcune persone. Fabio, insegnante di matematica, ha una buona opinione della chat: “La chat non è altro che l’evoluzione tecnologica dell’amicizia di penna e io sono molto d’accordo con essa. Certo c’è da stare sempre attenti, però è un’ottima alternativa per conoscere gente alla vita reale”.  Francesco invece puntualizza gli aspetti positivi, ma è anche critico: “La chat è un’ottima piazza per conoscere gente soprattutto per persone magari più timide, ma la cosa allarmante è che ora come ora sta sempre più sostituendo la vita reale e di questi tempi non riusciamo a capire subito che chi ci troviamo davanti ci può deludere da un momento all’altro”. Alberto è assolutamente contrario: “Conoscere le persone nella vita reale è qualcosa di decisamente migliore. Non sono stato mai un appassionato di chat (premesso che non sono neanche mai stato uno che con la tecnologia abbia avuto un grande rapporto) ma non nego comunque di aver fatto qualche conoscenza online. Tuttora porto con me i ‘fasti’ di una bella esperienza che mi ha riempito tanto 3 anni fa ma al contempo deve mettere in evidenza tante situazioni strane e assurde che m’hanno portato a tenermi totalmente distante da questo mondo della chat. Le conoscenze è molto meglio farle nella vita reale, consiglio vivamente a chiunque di non perdere troppo tempo dietro alla chat perché si rischia di andare incontro a tante delusioni”. 

Parole che fanno davvero riflettere su un argomento davvero delicato e sul quale ritorneremo prossimamente.   

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento