Televisione

Bonolis torna con “Ciao Darwin”: casting con omofobi e razzisti fa discutere

Paolo Bonolis
21 gen 2016 - 20:58

Ha da poco lasciato la conduzione di “Avanti un altro”, Paolo Bonolis, che a marzo ritornerà con una nuova edizione dello storico programma “Ciao Darwin”. 

Dallo scorso 12 gennaio sono in corso, infatti, i casting per la sesta edizione che, tra l’altro, non era nemmeno in programma. 

I nuovi casting, però, stanno alimentando non poche polemiche. Secondo quanto dichiarato da Monica Cerutti, assessore all’immigrazione e alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, “a Torino hanno cercato razzisti e omofobi per sottoporli a un casting”.

Questa decisione presa dal gruppo di realizzazione del programma, è stata segnalata dalla Cerutti all’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) perchè “le istituzioni non possono continuare a predicare nel deserto”.

“Ciao Darwin” è noto proprio per la scelta di mettere in contrapposizione due categorie distinte quindi la decisione di ricercare un preciso genere di persone non dovrebbe causare poi tanti problemi. 

Intanto, anche Davide Gariglio, segretario del Pd piemontese e capogruppo nel Consiglio regionale, dice la sua: “Personalmente trovo un casting per razzisti e omofobi di cattivo gusto e inopportuno, però non credo debba essere la politica a ricoprire il ruolo del censore sui contenuti di una trasmissione televisiva”.

Nonostante i polveroni, nessuno di Mediaset, tanto meno Paolo Bonolis, ha replicato. 

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento