Notizie dal mondo

Aspetta per dieci giorni la “fidanzata” in aeroporto: giovane ricoverato d’urgenza

giovane olandese
2 ago 2016 - 18:38

L’ha aspettata dieci giorni. Dieci lunghi giorni seduto all’aeroporto in attesa di conoscere quella ragazza che, via chat, gli aveva fatto perdere la testa. Che poi, si dice che gli uomini innamorati la testa la mettano a posto. 

Eppure, a prescindere dai detti, Zhang (questo il nome della fanciulla in questione), a quell’appuntamento non si è mai presentata. 

Lui, Alexander Pieter Cirk, è partito dall’Olanda direzione Changsha, in Cina, soltanto per incontrarla. I due, conosciutisi online, si sono “frequentati” per due mesi. 

Giorni e notti nella sala d’attesa di quell’aeroporto. E lui, che ardeva d’amore e di speranza, malato di diabete, non ha nemmeno pensato alle possibili conseguenze. 

Secondo quanto riportato dall’Ansa, Alexander è stato ricoverato d’urgenza in ospedale. È proprio da quel ricovero che l’olandese è riuscito a mettersi in contatto con la cinese che, per giorni, aveva tenuto il cellulare spento e, sentita la notizia alla televisione, si è sorpresa e convinta che il ragazzo conosciuto in chat esisteva davvero e che è stato lì, per tutti quei giorni e quelle ore, ad attenderla. 

Le condizioni di salute del giovane sono fortunatamente migliorate e, grazie a questa storia, è diventato “popolare” sui social: sono stati centinaia i messaggi di ammirazione e solidarietà per il suo gesto. E, ovviamente, di pari passo sono arrivati gli insulti per la giovane cinese. 

Secondo indiscrezioni, la ragazza sarebbe ora disponibile per un incontro, peccato che Alexander abbia deciso di ripartire per l’Olanda e dimenticare, per sempre, la cinese. 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA