Polemica

Vittoria, randagi al viale Europa. Scontro tra assessore Cannizzo e Nicosia (FdI)

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
23 lug 2015 - 17:36

VITTORIA - Qualche giorno addietro la segnalazione di alcuni residenti della zona del Viale Europa - alla stampa e ai consiglieri comunali di FdI Giovanni Moscato e Andrea Nicosia – per denunciare la presenza di alcuni cani randagi, pieni di zecche, e particolarmente inquietanti.

Oggi c’è stato l’incontro tra alcuni residenti e l’assessore Francesco Cannizzo il quale ha chiarito di “avere ricevuto la segnalazione dell’esistenza di tale branco mercoledì 15 luglio, e di avere disposto un sopralluogo della Protezione civile, in due fasce orarie differenti: una al mattino ed un’altra nel pomeriggio, senza, però alcun riscontro sulla veridicità di tale segnalazione”.

In un secondo momento l’assessore chiarisce che – confrontandosi con i cittadini – il branco è presente in quella zona verso le 5/6 del mattino e verso le 22/23 della sera. “Abbiamo, quindi, contattato il Commissario Enpav che ha disposto un sopralluogo - spiega l’esponente della giunta Nicosia – che sarà effettuato nei prossimi giorni in quelle due fasce orarie. Se, come è probabile, risulterà la presenza del branco, i conseguenti provvedimenti saranno la cattura degli animali e la loro cura con farmaci atti ad eliminare zecche o altri parassiti. Da tutto ciò si evince come le affermazioni e gli attacchi di Moscato e Nicosia siano, come al solito, false e pretestuose”.

Cannizzo ritorna anche sull’episodio del cagnolino investito nei pressi della stazione dicendo di esser intervenuto tempestivamente e sul rifugio sanitario afferma che “il progetto per tale struttura prevedeva una spesa di ottantamila euro; la Regione ne ha, invece, corrisposte trentacinquemila, per cui è stata necessaria una rimodulazione del progetto stesso, a conclusione della quale sarà inviato all’Asp per il parere di fattibilità”.

La chiosa dell’assessore ritorna sulla definizione di “nanismo politico” rivolta ai consiglieri.

Proprio Andrea Nicosia  risponde all’assessore: “Sarà il caldo, sarà la voglia di vacanza, sarà che ricopre il ruolo di assessore ignorando le vicende amministrative ma Cannizzo sembra essere in pieno stato confusionale tanto da smentire – in un indefinibile comunicato stampa – persino sé stesso. Prima infatti dice di aver ricevuto una segnalazione e di aver ricevuto alcuni residenti che hanno confermato le nostre parole e successivamente ci accusa e li accusa di affermare il falso!”.

In ogni caso Nicosia spiega di aver dato voce  “agli esasperati residenti del Viale Europa dopo averlo già fatto decine di volte con riferimento ad altre zone della città chiedendo di affrontare un fenomeno che in città sta raggiungendo livelli insostenibili“.

Secondo il consigliere Nicosia l’assessore è impreparato sul canile e dovrebbe spiegare alla città “perché quest’anno non si è provveduto al rinnovo della convenzione con le guardie zoofile, perché non sia stata avviata la campagna di sterilizzazione nei confronti dei randagi, perché il rifugio sia ancora soggetto al blocco sanitario operato dall’ASP; spieghi, ancora, perché la struttura di contrada Carosone non gode neppure della manutenzione ordinaria versando in condizioni incredibili; e perché l’amministrazione non ha dato alcun seguito alla mozione sul tema, presentata da questo gruppo consiliare e votata all’unanimità dal consiglio”.

“Solo su un punto concordiamo su quanto affermato da Cannizzo – conclude la nota di Nicosia -. Siamo diversi da lui. È vero. Saremmo preoccupati se fossimo uguali a lui. Noi abbiamo dato voce ai cittadini e lui, invece di mostrare rammarico, ci insulta per dei fatti veri e comprovati!”. 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento