Elezioni

Ugo Forello (M5S): “Partecipazione attiva dei cittadini è fondamentale”

unnamed (3)
26 feb 2017 - 16:43

PALERMO –Quello che abbiamo davanti è un percorso lungo e faticoso, ma le idee non mancano e sono proprio queste a guidarci“. Si è presentato così Ugo Forello, il candidato sindaco appartenente al Movimento Cinque Stelle che ha arringato la folla radunata all’interno dell’istituto “Padre Messina” di Palermo.

Forello, illustrando gli obiettivi che lui e la sua squadra di consiglieri hanno in mente, ha ribadito più volte l’importanza del ruolo dei cittadini chiamati a dire la loro: “È arrivato il momento di restituire Palermo ai palermitani: quanti di voi sanno attualmente come vengono spesi i vostri soldi? Noi abbiamo in mente un progetto che prevede la partecipazione attiva del cittadino che non si ferma soltanto nel momento della campagna elettorale. Il cittadino deve avere un ruolo attivo soprattutto ad elezioni concluse perché è giusto e sacrosanto che ognuno di noi sappia come viene amministrata la propria città, ma senza intermediari. Io voglio che il cittadino comune – continua Forello – abbia la possibilità di segnalare in prima persona le cose che non vanno, in modo che si senta partecipe del ‘potere’ di chi ha eletto. Questi ragazzi – ha concluso Forello, indicando i consiglieri – appartengono alle più svariate categorie: abbiamo poliziotti, avvocati, architetti, psicologi, giornalisti, studenti, medici ma senza il contributo dei cittadini noi non possiamo farcela“.

Non sono mancati i riferimenti all’attuale primo cittadino Leoluca Orlando, la cui amministrazione secondo Forello, rischia seriamente il default “a causa del forte indebitamento: l’Amat rischia il fallimento se non riceve 86 milioni, senza contare i 186 milioni di euro che il Comune ha chiesto in prestito alle banche. Città come Genova – ha concluso Forello – spendono molto meno e offrono molti più servizi, perché qui a Palermo le cose devono restare così?“.

Teresa Fabiola Calabria

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA