Decisione

Telecamere negli asili e nelle case di cura: la Camera dice “Sì”

Asilo nido 1
20 ott 2016 - 10:12

PALERMO - La Camera ha detto “Sì” all’installazione di telecamere di videosorveglianza negli asili e nelle case di cura per anziani. 

Un “Sì” voluto, cercato e combattuto dopo tutti gli episodi sgradevoli avvenuti in questi ultimi tempi.

Il provvedimento pone dei limiti precisi nell’uso delle registrazioni video: le immagini dovranno essere effettuate con un sistema di criptazione e i costi degli impianti di videosorveglianza saranno a carico delle strutture che li installeranno.

L’accesso alle registrazioni sarà vietato a tutti, tranne che all’autorità giudiziaria, nei casi previsti dal codice di procedura penale, cioè per indagini in caso di reati.

L’installazione degl impianti a circuito chiuso deve essere preceduta da un accordo collettivo con i lavoratori e va adeguatamente segnalata a chi accede nella zona videosorvegliata. È vietato inoltre l’uso di webcam. 

Infine, entro un anno dall’approvazione definitiva della legge, entrerà in vigore un decreto legislativo sulla formazione e valutazione attitudinale delle figure professionali negli asili e nelle strutture per anziani.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA