Regione

Tagli dissennati e governo Crocetta sempre più in bilico

presidenza regione
24 feb 2016 - 19:10

PALERMO - Nulla di nuovo sotto il sole dal punto di vista politico, ma troppo sul fronte delle nostre tasche. È durata appena 24 ore la pace in Assemblea regionale siciliana che ha permesso di distribuire qualche prebenda e di esercitare qualche ulteriore taglio dissennato. E adesso il governo va sotto e si rischia la cancellazione di sicilia e Servizi ma tutti restano compatti per approvare l’ecotassa che formalmente è a carico dei Comuni ma pagheranno i cittadini che possono contare sul servizio peggiore.

Una ventina gli articoli al vaglio oggi e se tutto andrà secondo previsione la finanziaria potrebbe arrivare a venerdì con la maggior parte del lavoro fatta ma con gli articoli clou da analizzare. Ma le imboscate d’aula non sono mancate oggi, anche se ieri sembrava che fossero state scongiurate.

L’opposizione non ha tirato scherzi sulle norme che riguardano i precari, i Pip, i Forestali, tutte passate con qualche polemica qua e la ma senza particolari problemi. Passata anche l’ecotassa per i comuni che poi i Comuni stessi in parte tratteranno e che scaricheranno sulle bollette della tari e dunque pagheranno sempre i cittadini.

Per ulteriori informazioni sulla politica regionale vi suggeriamo di leggere l’articolo di Manlio Viola pubblicato su Blogsicilia.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA