Polemica

Stranezze del governo sui termovalorizzatori, Faraone: “Ma quali abusi, siamo stanchi di questo immobilismo”

presa da: www.palermomania.it
presa da: www.palermomania.it
25 gen 2016 - 12:05

PALERMO - È ancora polemica a distanza tra il governatore regionale, Rosario Crocetta, ed il governatore nazionale, Davide Faraone, in merito ad un presunto abuso del governo sulla questione dei termovalorizzatori.

“Ma quale abuso – commenta Faraone – del Governo nazionale sui termovalorizzatori, come dice Crocetta… Noi siamo solo stanchi di questo immobilismo. Sono anni che si discute di soluzioni sui rifiuti in Sicilia, o di raccolta differenziata, e siamo ancora qui a parlare di discariche”.

Oggi è il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone a replicare alle critiche rivolte nei giorni scorsi dal Presidente della Regione siciliana, Crocetta al Governo Renzi, dopo la bozza del decreto di Palazzo Chigi che prevede due grandi impianti al posto dei sei più piccoli proposti dal governatore Crocetta.

La bozza ha avuto già il parere favorevole della conferenza delle Regioni, ma non piace innanzitutto agli esponenti del Pd, con l’assessore all’Agricoltura Antonello Cracolici che sul suo profilo Twitter aveva commentato: “È una proposta di chi non ha idea di cosa sia la Sicilia, spero se ne rendano conto”.

“Siamo in una situazione di totale immobilismo, – ha replicato a muso duro Faraone – finalmente il Governo nazionale ha deciso di prendere in mano la situazione di decidere. Dopo di che non ci appassiona il tema del numero, il problema è che non possiamo più tenere le discariche, bisogna arrivare alla percentuale del 65% di raccolta differenziata, con le buone o con le cattive”.

Accanto a questo c’è il problema di bruciare la restante parte dei rifiuti. Vedremo quali sono le modalità con cui questo avviene. L’importante è finirla con questo immobilismo che si è trascinato già da tropo tempo. All’Assemblea regionale siciliana su molti temi, dalle province alla legge sull’acqua, ci sono conservatorismi trasversali, ma con il Governo Renzi – conclude il governatore nazionale – abbiamo deciso di non fermarci”. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento