Vivibilità

Strade sporche e marciapiedi imparaticabili: il degrado di Via Vecchia Ognina

cassonetti immondizia rep
20 mag 2016 - 10:45

CATANIA - Ormai da troppo tempo residenti e commercianti di via Vecchia Ognina tentano di far sentire la propria voce e denunciano la situazione di pieno degrado e abbandono della zona. Il comune però si gira dall’altra parte e fa finta di non sentire.

Parcheggio selvaggio, cassonetti davanti ai negozi e spazi pedonali praticamente inutilizzabili per via dei soliti incivili che parcheggiano dove non dovrebbero sono all’ordine del giorno in via Vecchia Ognina.

Il vice presidente della circoscrizione di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio” Alessandro Campisi e la consigliera della II municipalità Adriana Patella hanno richiesto tante volte un piano di decoro adeguato per una strada molto trafficata che unisce il viale Africa con il Corso Italia. “Appelli puntualmente caduti nel vuoto ed ora il territorio paga un grosso prezzo in termini di decoro e vivibilità- afferma Campisi-. In particolare, lo spazio davanti all’attività commerciale del signore Salvatore Valastro, si trasforma puntualmente in una micro-discarica dove i cattivi odori tengono lontana la clientela”. Sei cassonetti dove poterci lasciare di tutto, compresi vecchi mobili ed elettrodomestici, oltre alla normale spazzatura.

È forte l’appello all’amministrazione comunale, invitata a mettere fine a questo degrado ed eliminare questa discarica a cielo aperto: “E’ molto semplice capire – dichiara Patella – che non ci vogliono carte bollate o lunghe trafile burocratiche per migliore la vivibilità del rione. Pulizia e decoro vanno assicurati anche negli spazi pedonali trasformati dai soliti incivili in parcheggi per macchine e scooter”

Per tutte queste ragioni il vice presidente Campisi e la consigliera Patella presenteranno una nuova mozione agli organi competenti per chiedere di cominciare quel piano di interventi radicali e quei controlli che i residenti richiedono da mesi. Sono, a questo punto, assolutamente necessarie le telecamere e la partecipazione attiva dei cittadini per eliminare la microdiscarica e multare coloro che a tarda notte in via Vecchia Ognina ci scaricano di tutto.

 

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA