Voto

Il sindaco di Vittoria dice “Sì” al referendum: “Non vogliamo le trivelle”

nicosia
Il sindaco Giuseppe Nicosia
9 apr 2016 - 13:24

VITTORIA – Da settimane ormai non si parla d’altro. Al centro della questione politica c’è il referendum del prossimo 17 aprile sul rinnovo delle concessioni alle società di trivellazioni. In molti hanno già preso posizione sul voto che esprimeranno ma fra questi pochi sono istituzioni pubbliche. 

A invitare i politici nostrani, ed in particolare i sindaci, ad esprimere la propria idea, è stata l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) Sicilia che, nonostante il divieto di svolgere attività di comunicazione, imposto dalla legge 28 del 2000, ha esortato le amministrazioni siciliane ad esprimersi pubblicamente sulla tematica.

Fra i primi a raccogliere l’invito dell’Anci Siciia, il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, che ha dichiarato: “Una cosa sono i divieti ad esprimersi a livello istituzionale, e onestamente li comprendo poco, e una cosa è la libertà di espressione personale, che nessuno può limitare. Siccome un avvenimento importante come il referendum non può non essere oggetto di prese di posizione, esprimo con piacere il mio sì al referendum contro le trivellazioni in mare“.

Nicosia non ha paura di dire ciò che pensa e continua argomentando le motivazioni del suo prossimo voto. 

Sono contrario ad attività che pregiudichino l’ambiente, i beni paesaggistici, le prospettive di turismo, così come sono contro le attività estrattive in mare. Sono tante le motivazioni che stanno alla base della mia posizione: mi sembra quasi superfluo ripetere che le terre di Montalbano e il mare siciliano, che dovrebbero rappresentare un’attrattiva turistica per tutto il mondo, scontano già gli errori del passato, ai quali non se ne possono aggiungere altri, specie in un momento in cui la ricerca ha rivelato tante altre forme di approvvigionamento energetico non pericolose per l’ ambiente e delle quali anche noi, con il fotovoltaico, stiamo facendo tesoro

Insomma, troppi errori in passato commessi dalla politica siciliana secondo il sindaco di Vittoria. Un segnale forte quello lanciato da Nicosia che si spera possa essere da stimolo nei confronti di tutti i primi cittadini siciliani.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA