Scandalo

Adrano, si dimette Agnese Alberio: uno dei consiglieri che derideva i precari

agnese alberio 2
28 giu 2016 - 10:58

ADRANO - Chiudete gli occhi, Immaginate di essere padri e madri di famiglia, di non ricevere stipendio da 5 mesi e di dar vita ad uno sciopero della fame per protesta.

Adesso immaginate che i vostri consiglieri comunali invece di tutelarvi e combattere con voi molto “goliardicamente”, forse dopo qualche bicchiere di vino di troppo, se ne escano con un “Ora ci puttamu ‘n caddozzu ‘i sasizza, c’u ‘zziccamu ‘ndo nasu”.

Adesso riaprite pure gli occhi e si, è successo veramente, e ve l’avevamo già raccontato.

Lo scandalo era enorme, tutta Adrano in subbuglio, l’ex candidato sindaco Agatino Alberio che chiedeva a gran voce le dimissioni non solo dei consiglieri ma anche del sindaco, Giuseppe Ferrante, che a sua volta, in evidente difficoltà, ammoniva l’azione dei consiglieri parlando però di speculazione politica quando venivano tirate in ballo le dimissioni di tutta la giunta.

Se da un lato appare fantapolitica l’eventuale dimissione del sindaco, dall’altro, almeno, dopo l’addio del consigliere Maccarone, saluta anche l’altro goliardico consigliere presente durante lo scandalo, Agnese Alberio.

E i lavoratori?

La giunta, fanno sapere, ha fatto ricorso a un’anticipazione di tesoreria per saldare il debito, mentre la Regione ha sbloccato dei fondi. 

Ma probabilmente non esistono soldi e non esistono scuse per far dimenticare “u caddozzu ‘i sasizza azziccatu n’do nasu“.

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA