Immigrazione

Sbarchi, Crocetta: “È assurdo che le regioni del nord scarichino su quelle del sud l’intero onere dell’accoglienza”

25 giu 2015 - 10:25

PALERMO – Mentre a Catania associazioni di volontariato e polizia sono già in allerta per accogliere l’ennesimo carico umano, in 497 sbarcheranno questa mattina al porto e purtroppo c’è anche il cadavere di una donna, il governatore Crocetta interviene sulla questione immigrazione ponendo l’accento sul suo incontro di oggi col premier Renzi.

“Dal face to face mi aspetto una grande attenzione alla ripartizione sul territorio nazionale della solidarietà che dobbiamo esercitare nei confronti dei migranti che arrivano in Italia. È assurdo che le regioni del nord scarichino su quelle del sud l’intero onere dell’accoglienza, in particolare sulla Sicilia, che subisce l’impatto più forte“.

E ha aggiunto: “Non dobbiamo mai dimenticare che i migranti arrivano in Sicilia dal mare, pertanto rifiutarli significherebbe ributtarli in acqua. È una realtà molto diversa rispetto a quella settentrionale. Noi dobbiamo attivare il meccanismo della condivisione, e lo dobbiamo fare sia sul piano interno, sia su quello internazionale, con la Comunità europea che non può sottrarsi alle sue responsabilità delegando tutto all’Italia. Meccanismi di condivisione ma anche compensativi, perchè ritengo assurdo, ad esempio, che se un Comune si fa carico di minori non accompagnati, poi debba accollarsi anche le relative spese, come accade nel nostro Paese”.

Sono oneri che devono essere centralizzati e condivisi con l’Unione Europea, ha inoltre tenuto a sottolineare Crocetta. In Sicilia molti comuni sono in forte difficoltà a causa di queste spese “in una Regione che, è bene ricordarlo, spende tantissimo per il trattamento sanitario dei migranti. Lo facciamo volentieri, ma dobbiamo sopportare costi incredibili”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento