Soluzioni

Santuario di Valverde, l’amministrazione chiede l’intervento di Crocetta

Valverde, l'amministrazione corre "in soccorso" del Santuario: "È la nostra identità, lo salveremo"
12 feb 2017 - 12:29

VALVERDE - Ogni accordo che si rispetti merita quel famoso “nodo al fazzoletto” che consente di verificare se si è onorato l’impegno assunto.

Noi quel “nodo al fazzoletto” lo abbiamo stretto quando, lo scorso dicembre, ci siamo occupati del Santuario di Maria S.S. di Valverde, punto di riferimento storico, religioso e culturale di tutta la comunità valverdese.

I nostri lettori ricorderanno che, a causa delle piogge e delle intemperie che nei mesi addietro si sono abbattuti su tutto il territorio, il Santuario mostrò segni di “invecchiamento” che hanno preoccupato non poco i cittadini e l’amministrazione del comune etneo.

In quell’occasione, il tempestivo intervento dell’amministrazione, aveva permesso di fare il punto della situazione, grazie anche all’intervento di tecnici e specialisti oltre che del capo della Protezione Civile regionale, Calogero Foti, giunto a Valverde proprio per vederci chiaro e mettere in campo tutti gli strumenti di salvaguardia del Santuario.

In un’intervista esclusiva il sindaco Rosario D’Agata e il vicesindaco Gaetano Marziano ci avevano promesso che avrebbero fatto il possibile per salvare il Santuario.

Ebbene, a distanza di meno di due mesi, siamo tornati a Valverde per verificare lo stato di salute del Santuario.

“Lo abbiamo promesso e non ci fermeremo finché il nostro Santuario non tornerà allo splendore di un tempo – commenta Gaetano Marziano -. I cittadini, i fedeli, i bambini di Valverde hanno bisogno di riappropriarsi del loro Santuario che oggi, purtroppo, non gode di ottima salute. In questi mesi abbiamo studiato tutte le possibili soluzioni per restituirlo alla città e proprio ieri pomeriggio ho sentito personalmente il governatore Rosario Crocetta per chiedere l’intervento del governo regionale. Intervento che – prosegue Marziano – non tarderà ad arrivare grazie all’impegno assunto dal presidente di trattare il tema del Santuario di Valverde martedì prossimo in Giunta regionale. Questo ci fa ben sperare in azioni serie e tempestive a sostegno del nostro comune”.

A ciò si aggiunga lo straordinario impegno della comunità dei frati che vivono all’interno del convento, custodi dei luoghi sacri delle apparizioni mariane oltre che attenti educatori dei bambini di Valverde. La collaborazione tra l’amministrazione e la comunità religiosa ha permesso, infatti, di garantire ai giovani spazi e momenti di aggregazione che i danni subiti dal Santuario avevano messo in pericolo.

In quest’ottica lo stesso Marziano ha confermato l’impegno dell’amministrazione di voler immettere linfa nuova su tutta la città, partendo proprio dal cuore: la piazza del Santuario di Maria S.S.

“Non ci siamo lasciati scoraggiare e siamo andati avanti per la nostra strada – ha commentato il vicesindaco -. Non potevamo permettere che i ragazzi restassero soli e ci siamo impegnati affinché l’oratorio continuasse a svolgere le consuete attività aggregative di ogni giorno. In un quadro di rilancio del centro cittadino ci siamo anche attivati per dare nuova vita al teatro che al momento è in stato di abbandono. Abbiamo ottenuto un finanziamento da un milione e cento mila euro ed entro giugno sarà indetta la gara per la ristrutturazione dei locali. Non dimentichiamo, inoltre, che il Santuario che insiste sulla piazza è stato inserito nei percorsi mariani del Gal ‘Le terre di Aci’. Dunque, abbiamo tutto l’interesse che il Santuario e tutto il centro cittadino torni fruibile ai fedeli e ai turisti”.

A questo punto sciogliamo il nodo al fazzoletto con la speranza che gli impegni assunti dal governo regionale trovino riscontro nella realtà nel più breve tempo possibile.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA