Economia

Salvo Pogliese, appello all’Europa in difesa dell’olio italiano

tunisia aiuto salvo
21 set 2015 - 19:22

SICILIA – Salvo Pogliese, parlamentare europeo, ha chiesto alla Commissione Europea di rivedere con urgenza la proposta di legge finalizzata all’ampliamento delle quote di olio d’oliva importate in Tunisia sotto esenzione fiscale.

L’Onorevole ha così commentato l’attuale normativa in vigore: “Comprendo le motivazioni solidaristiche, e sono vicino al popolo tunisino duramente colpito dal terrorismo, ma per aiutare la Tunisia non si può decidere di assestare un colpo mortale ai produttori agricoli europei e soprattutto italiani“.

Alla richiesta di Salvo Pogliese si sono rapidamente accodati i colleghi Elisabetta Gardini, Salvatore Cicu, Alberto Cirio, Lara Comi, Fulvio Martusciello, Barbara Matera, Stefano Maullu, Alessandra Mussolini, Aldo Patriciello, Remo Sernagiotto e Antonio Tajani.

A motivare poi le decisioni di F.I. e P.P.E. contribuisce infine un’ulteriore dichiarazione rilasciata da Salvo Pogliese: “La volontà di sostenere l’economia in Tunisia e di crearvi nuovi posti di lavoro non può andare a discapito del comparto oleario europeo e soprattutto italiano, i cui oli sono un’eccellenza riconosciuta a livello mondiale, già duramente colpita dalla crisi economica e dai danni della Xylella“.

Come dire insomma che, sebbene sia auspicabile una maggiore collaborazione sociale, politica ed economica tra i paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo, è pur sempre vero che è necessario garantire un’adeguata tutela ai lavoratori e ai produttori dei paesi creditori.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento