Guerra del pesce

Rapporti con la Libia, Cracolici: “Dal governo regionale il massimo impegno”

Cracolici
4 feb 2017 - 17:06

PALERMO - Dopo il misfatto del peschereccio  “Principessa Prima”, che il 16 gennaio scorso era stato oggetto di un grave attacco in acque internazionali, precisamente a 20 miglia dalle coste di Bengasi, da parte di un gruppo di milizie libiche, l’assessore  Antonello Cracolici aveva promesso di creare un canale di dialogo con il popolo libico.

Ora Cracolici ribadisce il concetto tramite una nota in cui spiega che il governo siciliano sosterrà ogni sforzo per costruire dei canali di dialogo ed attivare percorsi di pace e cooperazione per tutelare i pescatori siciliani.

Inoltre chiarisce che anche se presenti delle incomprensioni sul piano del diritto internazionale del mare, che ad oggi non ha delimitato chiaramente i limiti di pesca, non si possono giustificare atti ostili, che mettono in difficoltà i pescatori siciliani.

Per ultimo conclude specificando che la Regione siciliana sta affiancando il governo italiano nel confronto con le autorità libiche per la distensione e la normalizzazione dei rapporti tra i due popoli.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA