Urbanistica

Il piano regolatore arranca, Mirenda: “Quello di Stancanelli sarebbe un successo”

Maurizio Mirenda
Maurizio Mirenda, presidente Grande Catania
11 gen 2016 - 12:09

CATANIA - Rilanciare la città di Catania riqualificando e recuperando le zone abbandonate.

È questa la proposta del consigliere Maurizio Mirenda, che ha lanciato l’idea di riprendere in considerazione il piano regolatore nato sotto l’amministrazione Stancanelli. Quello nuovo, infatti, non accenna a decollare. 

La commissione all’Urbanistica ha dato la sua approvazione, sia da parte dell’opposizione che dalla maggioranza, e si spera possa essere posto all’attenzione di tecnici ed esperti. Il “vecchio” piano regolatore punterebbe a recuperare terreni abbandonati della periferia di Catania e a destinarli al giusto utilizzo. Principalmente all’edilizia, che darebbe l’opportunità di dare nuovo spazio all’occupazione.

In questo modo si aprirebbe un circolo vizioso che riprenderebbe in considerazione anche il vecchio piano di riutilizzo delle zone “A” e “B”. Tra le aree, per esempio, rientrerebbe anche quella di Vaccarizzo, da tantissimo tempo senza opere di urbanizzazione e di lavori importanti come la realizzazione di un’adeguata rete fognaria o di illuminazione. 

Mirenda crede fermamente in questi progetti: “Il coraggio di osare può essere determinante per risollevare la città in termini occupazionali. Con il giusto dialogo, il sindaco potrà avere senz’altro un confronto costruttivo con l’opposizione”.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento