Prefettura

Paternò, il sindaco: “Ipab Bellia, la Regione ci ha lasciato soli”

paternò
8 gen 2015 - 17:53

PATERNÒ - Il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, parteciperà al vertice convocato, domani mattina alle ore 12,30, alla Prefettura di Catania, sulle questioni legate all’Istituto di Pubblica Assistenza e Beneficenza “Salvatore Bellia”.

«Siamo contenti di avere la possibilità di esporre al Prefetto come stanno veramente le cose e quello che si è fatto per cercare di risolvere i problemi del “Salvatore Bellia” – dichiara il primo cittadino -. Comprendiamo le esigenze dei lavoratori, che vantano diversi stipendi arretrati degli anni precedenti, ma vorrei sottolineare che l’Amministrazione comunale, insieme al C.d.A. dell’Ipab e in particolare al vicepresidente, Alfredo Corsaro, da un anno a questa parte sta facendo tutto il possibile per risollevare le sorti dell’istituto. Nonostante le difficoltà economiche dell’Ente, infatti, i dipendenti dell’Ipab hanno ricevuto, il 22 dicembre scorso, l’ultima delle sette mensilità erogate da febbraio, grazie anche alla liquidazione degli arretrati da parte del Comune paternese. La verità è che da soli non possiamo farcela – prosegue il primo cittadino –, considerando anche il fatto che dalla Regione Sicilia riceviamo pochissimi aiuti, tant’è che il contributo per le spese del personale, previsto dalla normativa regionale, si è via via affievolito, coprendo oggi solo il 20% della spesa. Sarebbe pertanto opportuno – conclude Mangano – che si affrettino i tempi per l’annunciata, ma mai varata, riforma sugli Ipab».

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento