Incontro

Palermo e Dusseldorf città gemellate: oggi l’accordo a Villa Niscemi

palermo
14 lug 2015 - 18:27

PALERMO – Thomas Geisel e Leoluca Orlando, rispettivamente i sindaci di Dusseldorf e Palermo, si sono oggi incontrati a Villa Niscemi per dare avvio ad una politica di cooperazione tra le due città, preludio ad un futuro gemellaggio.

Il patto tra le due cariche amministrative riguarderà soprattutto gli aspetti culturali, sportivi, economici ed inerenti l’ormai scottante questione dell’immigrazione. L’accordo è stato entusiasticamente commentato dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “Siamo molto felici per questa firma odierna che suggella, di fatto, una collaborazione già  esistente da tempo, soprattutto grazie agli eventi organizzati dall’associazione Palermo-Dusseldorf e che ci permetterà  di incrementare i rapporti culturali e economici che già legano le due città. Voglio ringraziare il sindaco Thomas Geisel per la sua sensibilità  e per l’amore che nutre per Palermo. Fra i diversi punti dell’accordo di collaborazione e interscambio fra Palermo e Dusseldorf, voglio sottolinearne uno che mi sta particolarmente a cuore: quello che riguarda i migranti. Ci impegniamo sin da oggi, infatti, ad organizzare una serie di incontri e confronti sul tema dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’aspetto dell’assistenza a coloro che approdano sulle nostre coste, che noi consideriamo confini europei, e dei quali l’intera Comunità  Europea dovrebbe preoccuparsi“.  

dusseldorf

Alle parole del primo cittadino palermitano hanno poi fatto eco quelle del sindaco di Dusseldorf: “Voglio ringraziare il sindaco Orlando per l’ospitalità  e desidero fargli i complimenti per il prestigioso riconoscimento ottenuto pochi giorni fa a Bonn, da parte dell’Unesco dell’itinerario Arabo-normanno di Palermo, come patrimonio mondiale dell’umanità l’architettura arabo-normanna una parte del patrimonio culturale della Germania e per questo ci sentiamo vicini a questo riconoscimento. Noi sottoscriviamo i contenuti della Carta di Palermo siglata al termine del Convegno internazionale ‘Io sono persona’, dalla migrazione come sofferenza, alla mobilità come diritto perché crediamo che il diritto umano alla mobilità sia inviolabile. Vogliamo fare i complimenti ai siciliani per la loro accoglienza, la generosità  e per l’assistenza che prestano ai molti migranti che giungono in Sicilia ogni anno“.

La delegazione di Dusseldorf, ultimati i suoi incarichi istituzionali, ha infine deciso di trattenersi a Palermo ancora per qualche giorno, in modo da poter così assistere ai festeggiamenti in onore di Santa Rosalia, patrona del capoluogo siciliano.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento