Allarme

Palermo, Dones (SEL) su caso Tecnis: “A rischio qualità dei lavori nei cantieri”

dones
30 ott 2015 - 12:11

PALERMO - “Occorre vigilare sulla continuità dei lavori che coinvolgono la Tecnis a Palermo, rispettando i tempi di consegna per non continuare a recare disagio ai residenti, ma anche su come questi lavori saranno svolti. Bisogna evitare che l’anello ferroviario e il nuovo collettore fognario facciano la stessa fine del viadotto Scorciavacche, l’opera firmata Tecnis crollata una settimana dopo la sua inaugurazione”.

A lanciare l’allarme sul futuro delle due importanti opere pubbliche di Palermo è Carlo Dones, consigliere dell’ottava circoscrizione di Sinistra ecologia e libertà.

“Il rischio è che, nella confusione derivante dalle inchieste – ha aggiunto - la qualità dei lavori passi in secondo piano. È necessario prestare la massima attenzione sia su come la Tecnis sta svolgendo le opere, sia sulla qualità dei lavori dati in subappalto nei cantieri di Palermo”.

Intanto gli imprenditori Costanzo e Bosco Lo Giudice si sono ufficialmente dimessi dall’incarico che ricoprivano all’interno della società che ha manifestato “la ferma intenzione del gruppo di portare avanti il lavoro intrapreso e la continuità aziendale nel rispetto dei principi di legalità e trasparenza”.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento