Scontro

“Non è in regola”, interrogazione di M5S per rimuovere la Polimeni, commissario Ipab Catania

ipab
11 set 2015 - 13:39

CATANIA - Si torna a parlare di Istituti pubblici di assistenza e beneficenza, meglio conosciuti come Ipab

Questa volta il M5S ha presentato un’interrogazione all’Ars per capire su quali criteri sia fondata la nomina del commissario straordinario dell’Ipab istituto per ciechi Ardizzone Gioieni di Catania, la dottoressa Anna Maria Polimeni.

Il viceprefetto vicario della prefettura di Catania, Polimeni, è stata nominata commissario lo scorso 8 luglio con un decreto emesso dall’assessorato alla Famiglia e lavoro, quale commissario straordinario dell’Ipab nel Catanese.

Pare, però, che, per decreto dirigenziale, i commissari debbano possedere delle caratteristiche precise ma, soprattutto, debbano essere iscritti all’abo pubblicato sul sito del dipartimento.

”Peccatodenuncia la parlamentare Angela Fotiche la Polimeni non figuri tra i nominativi iscritti nell’albo regionale dei commissari delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza”.

Inoltre, sempre la deputata Foti dichiara che l’istituito nel 2013: “Presenta i nominativi dei dipendenti regionali aventi i requisiti necessari al conferimento dell’incarico di commissario delle Ipab e che hanno presentato domanda di iscrizione, ed il nome dell’attuale commissario straordinario non figura da nessuna parte”. 

La deputata Foti chiede quindi che venga fatta luce sul caso perché aggiunge: “La dottoressa Polimeni non risultava iscritta all’albo a luglio così come non risulta oggi e tutto ciò potrebbe inficiare l’efficacia degli atti che il commissario emanerà nell’espletamento dell’incarico affidatole – conclude Foti – innescando possibili impugnative legali degli atti da parte dei soggetti interessati, con possibili danni economico-patrimoniali per l’istituzione”.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento