Iniziativa

MuovitItalia 2015: confronto tra i giovani e la politica

MuovitItalia
10 ott 2015 - 18:15

CATANIA -  Presentato questa mattina, nella sede dell’Ars, il programma “MuovitItalia 2015″: dall’Italia all’Europa sfida al futuro.

Incontri ricchi di Idee, dibattiti, confronti tra il mondo giovanile e i personaggi della politica e della società, prenderanno vita dal 16 al 18 ottobre alla Plaja di Catania.

La kermesse nazionale, che negli anni scorsi ha visto protagoniste diverse regioni italiane, approda adesso anche a Catania grazie all’iniziativa dell’associazione “Meridiana” presieduta da Basilio Catanoso, coordinatore provinciale di FI,  e di cui è fondatore anche Salvo Pogliese, eurodeputato PPE-FI, e della “Fondazione della Libertà” del senatore Altero Matteoli.

MuovitItalia è un appuntamento tradizionale della politica giovanile con temi scelti dai giovani – ha esordito Basilio Catanoso -. Un dialogo aperto tra generazioni, anche per la creazione di una classe dirigente che possa meglio interpretare e proseguire il cammino politico alla guida del nostro Paese che, oggi, sembra davvero navigare in brutte acque. Venerdì e sabato spazio aperto alle idee, ai ragionamenti alla voglia giovane di fare politica, poi domenica, sotto il simbolo di Forza Italia, proveremo a scrivere un prontuario per allontanare dalla nostra regione l’incubo del peggior Governo isolano, quello di Crocetta”.

Mentre Vincenzo Gibiino, coordinatore regionale di Forza Italia ha affermato che “MuovitItalia giunge in un momento significativo per il nostro Paese, ma anche per le nostre regioni con quella Siciliana allo sbando” e ha inoltre tenuto ad annunciare che il Gruppo parlamentare di F.I. all’Ars presenterà la proposta di referendum popolare in Sicilia per la costruzione, o meno, del Ponte sullo Stretto.

La kermesse prenderà le mosse iniziando proprio dal dibattito sulle riforme istituzionali, in vista del voto al Senato, e vedrà protagonisti i parlamentari dei diversi schieramenti politici. La chiusura sarà affidata al capogruppo al Senato di F.I. Paolo Romani. 

Venerdì si parlerà anche dell’economia che cambia e della battaglia sul merito con la chiusura di Renato Brunetta presidente del Gruppo F.I alla Camera.

Sabato sarà la volta dei dibattiti sulla famiglia, con le conclusione del vice presidente del Senato, Maurizio Gasparri, e sulle origini dell’Italia, nata dal Piave.

Nel pomeriggio la delegazione di Fi nel PPE sarà al gran completo a Catania per parlare delle sfide che Europa e Italia sono chiamate ad affrontare, con la presenza di Lara Comi, Elisabetta Gardini, Alessandra Mussolini. Chiuderà il dibattito il vice presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

Domenica mattina, infine, sarà dedicata alla scrittura di un prontuario che “consenta di superare l’incubo Crocetta” e a cui prenderanno parte esponenti della Lega, di Cantiere Popolare, Mpa, Lista Musumeci, Fratelli D’Italia e l’intervento conclusivo di Altero Matteoli.

La mattinata verrà chiusa da un collegamento telefonico con il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Commenti

commenti

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento