Polemiche

Muos, Moscato (FI): “Ancora una volta i diritti dei siciliani calpestati dalle lobby internazionali”

Dario Moscato
11 mar 2016 - 11:28

NISCEMI - Tre giorni di fuoco, al centro delle più accese polemiche e proteste.

Oggi si spegne il Muos, ma non gli animi dei siciliani, accesi per troppo tempo e mai rasserenati da notizie risolutrici.

 “Accendere il Muos anche solo per pochi giorni equivale ad una dichiarazione di guerra nei confronti del popolo siciliano – denuncia Dario Moscato, coordinatore regionale di Forza Italia Giovani Sicilia Orientale -. Ancora una volta i diritti dei siciliani calpestati dagli interessi delle lobby internazionali e dal silenzio assordante del solito Crocetta” 

“I siciliani devono già scontare scelte politiche scellerate – prosegue Moscatoche nel passato hanno deturpato la Sicilia e messo a repentaglio la salute dei cittadini, non occorreva certo questo gigantesco ‘forno a microonde’ che è il Muos. Il Governatore Crocetta – conclude – deve prendersi le sue responsabilità e tutelare la salute dei siciliani. Non possiamo giocare o far finta di niente di fronte ad un pericolo così grande per la salute dei siciliani”.

Intanto è stato indetto per domani dal Coordinamento regionale dei Comitati NoMuos un presidio contro la guerra al cancello 1 della base Nrtf Muos di Niscemi, dalle 15,00 per dire “No all’intervento militare in Libia”.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA