Denuncia

Misterbianco, il consigliere Russo querela il sindaco Di Guardo

di guardo
Il sindaco Nino Di Guardo
21 giu 2015 - 17:04

MISTERBIANCO - L’eco del turbolento consiglio comunale di Misterbianco dello scorso 15 giugno non si è ancora arrestata.

Le parole proferite dal sindaco sugli “sbirri” hanno fatto il giro d’Italia ed erano rivolte al consigliere Marcello Russo che di professione fa il Carabiniere.

Le precisazioni del sindaco, però, non hanno rappresentato una marcia indietro sufficiente per il consigliere che ha presentato una denuncia-querela, con il proprio legale Attilio Indelicato, nei confronti di Antonino Di Guardo per “le sconcertanti frasi pronunciate innanzi al consiglio comunale, dal contenuto gravemente ingiurioso, minaccioso e oltraggioso”.

Nella nota inviata alla stampa il legale evidenzia all’attenzione della procura “la condotta posta in essere dal sindaco successivamente, il quale, con intervista e comunicato stampa, ha reiterato le condotte delittuose, diffamando gravemente il prestigio e l’onorabilità del Maresciallo Capo Marcello Russo, valoroso ed encomiato rappresentante dell’Arma dei Carabinieri”.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento