Congresso

Messina, rinnovate cariche di CittadinanzAttiva

03 CITTAdinanzattiva ME
26 mar 2016 - 19:52

MESSINA - Si è tenuto, nei locali della Parrocchia S. Maria Incoronata, il congresso provinciale di CittadinanzAttiva, a cui hanno partecipato, oltre al segretario regionale Pippo Greco, i coordinatori delle Assemblee Territoriali Antonino Quartarone, Angela Rizzo, Giovanni Frazzica, Emanuela Mazzurco, Franco Bonavita, Annu’ Trifilò, Tina Polonia, Nino Bianca, Franco Scicolone, Benedetto Marcello Tedros, Pietro Materia, Giuseppe Salomone e il coordinatore provinciale, Pippo Pracanica, che ha svolto la relazione introduttiva.

Il congresso si è svolto per il rinnovo delle cariche sociali ed in preparazione dei congressi regionale e nazionale e, durante l’incontro, si sono sviluppate diverse tematiche come quella delle insufficienze amministrative nel campo della scuola da parte dell’Assessorato regionale, o il problema della Cardiochirurgia pediatrica all’ospedale di Taormina, evidenziato da Tina Polonia, o ancora il progetto sulla sicurezza nelle scuole, sul quale Annù Trifilò ha attirato l’attenzione di tutti.

 

Una delle questioni più largamente discusse durante il congresso è stata, poi, quella del ponte sullo Stretto di Messina. Dopo aver esposto la propria relazione, infatti, Giovanni Frazzica ha ricordato come la grave situazione di crisi, che attraversa Messina in particolare, aggravata dall’inesperienza amministrativa del sindaco in carica e dei suoi collaboratori, può essere in parte superata, o attenuata, attraverso la costruzione di grandi opere, come è stato per le ferrovie della Gran Bretagna nell’epoca Vittoriana. Così, Frazzica propone un referendum sul ponte sullo Stretto di Messina, che permetta ai siciliani di riappropriarsi del proprio destino.

Angela Rizzo, invece, condivide l’idea del referendum, ma coglie l’occasione per sollevare un tema importante: noi vogliamo il ponte, ma al di là del ponte cosa dobbiamo trasportare? Non abbiamo agricoltura.

Infine, si è discusso delle necessità dell’associazione, che, per crescere, ha bisogno di una efficiente segreteria e di utilizzare al meglio mezzi di comunicazione e social network, in particolare facebook e twitter.

Il congresso si è concluso su un punto che ha trovato il consenso di tutti: “Forse è il tempo di condurre ancora altri cittadini verso le giuste mete, senza soffermarsi troppo per le banalità o le distrazioni di un mondo che deve lasciare il passo, finalmente, all’essenziale. Non al minimo ma al giusto, tagliando ogni spreco o inutile dispendio e senza specchietti per le allodole“, ha dichiarato soddisfatto Pippo Greco. 

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA