Insediamento

Messina, anche Accorinti da oggi è sindaco metropolitano

maxresdefault
10 giu 2016 - 17:39

MESSINA - Questa mattina passaggio di consegne ufficiale tra Renato Accorinti e l’ex commissario Filippo Romano alla presenza del governatore Crocetta.

Quando Romano ha posto sul petto di Accorinti la fascia di sindaco metropolitano della città di Messina erano da poco passate le 12,30 e nella sala conisliare di Palazzo dei Leoni c’è stato un forte applauso. Un battito di mani carico di speranze, per un incarico che porta con sè tanti onori ma anche oneri e responsabilità.

La strada si preannuncia subito in salita, perchè fino all’insediamento degli altri organi tutto sarà nelle mani del sindaco. Il timore è che gli attuali assessori della Giunta si ritrovino a dover essere una sorta di amministrazione metropolitana, senza però alcun tipo di riconoscimento giuridico.

L’ormai ex commissario Filippo Romano fino a settembre farà da tutor ad Accorinti, ma questo non sembra allontanare i dubbi e le preoccupazioni.

La cerimonia ha attirato le più importanti autorità siciliane a partire dal presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, il deputato nazionale Vincenzo Garofalo, e i deputati regionali Filippo Panarello e Nino Germanà.

In rappresentanza del Comune di Messina, il vicesindaco, Gaetano Cacciola, l’assessore ai Rapporti con la Città Metropolitana, Guido Signorino, ed una delegazione di assessori e consiglieri comunali; e naturalmente i sindaci dei comuni appartenenti alla città metropolitana di Messina. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA