Incontro

Di Maio sbarca in Sicilia. “Scandaloso l’invito di Napolitano a non votare”

Di Maio
15 apr 2016 - 10:23

PALERMO - “La scuola incontra le istituzioni”. È questo il titolo dell’iniziativa che ha portato oggi a Palermo il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio.

Il rappresentante dei 5 stelle ha incontrato 190 alunni di scuole elementari e medie nei locali del cineteatro Colosseum di Bonagia.

Ma l’iniziativa di Palermo arriva in un momento particolare, all’indomani di un sondaggio secondo il quale dopo Casaleggio gli elettori pentastellati vogliono proprio Di Maio alla guida del movimento e come probabile candidato premier “I metodi che noi adotteremo saranno quelli che abbiamo sempre adottato con le altre candidature - ha detto oggi il vice presidente della Camera -. Le decisioni su alcuni temi, come la certificazione delle liste, le prendevano Gianroberto e Beppe insieme. E Beppe c’è. Avevamo due garanti, adesso ce n’è uno, ma Davide ci darà una mano. Prenderà il posto del padre”.

Impossibile non parlare di trivelle a 48 ore dal voto per il referendum “Credo che gli uomini delle istituzioni debbano sempre invitare ad andare a votare. Non comprendo l’assurda dichiarazione dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Secondo noi non è una persona all’altezza di gestire un ruolo istituzionale perché invitare a non andare a votare credo sia veramente scandaloso. In un Paese in cui già stiamo avendo enormi problemi con l’astensione al voto – ha proseguito – c’è un ex presidente della Repubblica emerito che dice di non votare: io andrò e voterò sì”.

Per leggere l’approfondimento di Manlio Viola clicca qui.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA