Elezioni

Liberi Consorzi, si vota l’11 settembre tra dubbi e perplessità

ars cisl sciopero
23 lug 2016 - 08:39

PALERMO - Neanche il tempo di cominciare e già dubbi e perplessità prendono il sopravvento. Si parla delle elezioni per i Liberi Consorzi, che riguardano le province di Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Siracusa. Appuntamento alle urne il prossimo 11 settembre.

Eppure le perplessità non mancano: il tempo è poco per scegliere i candidati e poter stilare un programma soddisfacente. Senza contare il fatto che a scegliere non saranno i cittadini, ma gli stessi membri delle amministrazioni comunali attraverso il criterio del “voto ponderato”.

Ma quanto vale ogni singolo voto? Questo ancora non si sa. Ecco, dunque, il primo nodo da sciogliere e i primi dubbi legati alle elezioni. Capire per chi si voterà e quanto varrà la propria preferenza è un punto fondamentale, soprattutto per i comuni che hanno visto i cambi in amministrazione con l’ultima tornata elettorale e che, di conseguenza, hanno meno consiglieri rispetto a chi non è stato coinvolto nelle ultime amministrative.

E ancora, bisogna tener conto che ci sono alcuni punti che devono essere modificati, cosa che difficilmente verrà fatta entro il prossimo 10 agosto e che, quindi, rischia di invalidare le elezioni.

Il caos c’è, ma si continua ad andare avanti sulla strada indicata dalla Regione.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA