Dibattito

Immigrazione, Musumeci: “Renzi bypassi Crocetta e ponga fine alla commedia del Cara di Mineo”

2 set 2015 - 11:41

CATANIA - “Già nel dicembre 2013 sollecitammo il presidente della Regione ad assumere forti iniziative per porre fine alla tragica commedia del Cara di Mineo, mentre si giocava, e si gioca, a minimizzare la portata di un fenomeno esplosivo”.

Tuonano i deputati regionali Gino Ioppolo e Nello Musumeci con parole di accusa nei confronti dell’amministrazione regionale. I due politici dicono la loro a pochi giorni dall’efferato assassinio dei coniugi Solano a Palagonia.

Il recente caso di cronaca nera, infatti, ha fatto esplodere il polverone. Opinioni discordanti sull’immigrazione si sono rincorse,  le polemiche sono state incalzanti con botta e risposta fra politici che continuano a sottolineare l’esigenza di una migliore gestione in termini di accoglienza e chi addirittura ha proposto la chiusura del CARA di Mineo.

Tale scambio di vedute va contestualizzato, però, in un momento storico in cui continuano incessanti gli sbarchi di uomini, donne e bambini che “per dovere umano” dobbiamo accogliere.

Proprio nelle ultime ore, appunto, a Pozzallo sono arrivate 138 persone di cui 76 minori. Si tratta  in prevalenza di egiziani, partiti dalla Libia che sono sbarcati dopo un viaggio durato una ventina di giorni.

E quindi mentre il nodo dell’immigrazione continua a crescere, non si spengono i riflettori sul centro di accoglienza dove, al momento sono ospitate circa 3000 persone. 

“Proponemmo non solo la chiusura del CARA, situato in aperta campagna, che ospita oltre 3 mila persone, tutte condizioni che ne determinano la non facile gestione a tutela anche dei migranti che hanno diritto ad una permanenza dignitosa ed umana - proseguono i deputati di Lista MusumeciMa anche la istituzione di una Commissione territoriale straordinaria che riducesse il tempo di attesa per il riconoscimento dello status di rifugiato agli ospiti”.

Già all’indomani dell’omicidio a scopo di rapina, il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore rendeva pubblico il suo disappunto nei confronti della gestione del problema dell’accoglienza soprattutto in Sicilia aggiungendo che: “Il Partito del CARA è coinvolto fino al collo nel caso di Mafia Capitale. Bisogna combattere il business che si nasconde dietro l’immigrazione”.

Il parlamentare europeo di Forza Italia Salvo Pogliese aveva mostrato la sua avversione contro il sistema facendosi portavoce della stanchezza degli italiani nel dover gestire una situazione ormai non più alla propria portata concludendo: “Chi non ha i requisti per ottenere l’asilo politico deve essere mandato via immediatamente”.

“Adesso - concludono i deputati regionali Gino Ioppolo e Nello Musumeci - non resta che chiedere al governo Renzi-Alfano, largamente fallimentare in ordine alle politiche migratorie, di nominare immediatamente un commissario in Sicilia, bypassando il non-governatore Crocetta, vista e considerata la sua totale indifferenza verso i problemi dei Siciliani, anche quelli più scottanti e che mettono a repentaglio la loro stessa vita”.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento