Intervista

Governo ancora nel caos, D’Agostino: “Pseudo alleati contro Sicilia Futura”

Nicola D'Agostino - Foto Fancity Acireale
Nicola D'Agostino - Foto Fancity Acireale
20 nov 2015 - 17:17

PALERMO - Sono ore frenetiche per il quarto governo Crocetta messo a dura prova dal malcontento degli alleati e da un nuovo caso che riguarda il neo assessore Lantieri con delega alla Funzione Pubblica.

Infatti, come rivelato da Repubblica, potrebbe esistere un conflitto d’interessi perché l’assessore è una precaria della Regione e le prossime riforme investiranno proprio le assunzioni. Una nuova gatta da pelare per il presidente che deve tenere a bada l’ala renziana costituita da Sicilia Futura che rivendica un posto in giunta.

Proprio i renziani nicchiano in attesa di una decisione sul destino della Lantieri che potrebbe fare un passo indietro. Ieri a Catania il deputato Nicola D’Agostino, in un’intervista rilasciata a NewSicilia.it, ha mostrato i muscoli paventando anche un ritiro dell’assessore Croce che, con le recenti evoluzioni, sembra però più lontano.

Quanto è stata vicina la possibilità di ritirare l’assessore Croce dalla giunta?

“Una possibilità molto concreta ma riteniamo corretto concordare eventuali dimissioni con l’area renziana della giunta. Ieri (l’altroieri per chi legge; ndr) c’era l’idea di non presentare i 5 assessori dell’area Renzi in giunta, ma dopo la telefonata del prefetto di Palermo che ha sottolineato esigenze di ordine pubblico il nostro assessore è andato per votare lo sblocco della vicenda dei forestali ed è arrivato anche un sms supplichevole di Crocetta. Queste ragioni ci hanno indotto alla responsabilità”.

Cosa chiede Sicilia Futura? La testa della Lantieri?

“Non è un problema della Lantieri, non è un fatto personale. Noi non abbiamo capito perchè c’è stata questa crisi di governo e questo rimpasto. Non abbiamo capito quali sono gli obiettivi programmatici del governo e con quali risorse affrontare le emergenze. Non abbiamo capito quale sia la cabina di regia e programmatica: tutte cose che ci offendono profondamente. Riteniamo peraltro che alcuni pseudo alleati lavorano contro Sicilia Futura e noi non presteremo il fianco”.

Ncd può sostituire il vostro apporto alla maggioranza?

“Riteniamo che anche la posizione di Ncd sia equivoca. Se vuole dare una mano al governo lo faccia non è un problema, ma lo dica con chiarezza: queste cose nascoste e ipocrite dove ci sei ma non ci sei fanno parte di una politica non vecchia ma obsoleta e ci spiace che Crocetta oggi possa essere annoverato con il vecchio della politica”.

In molti chiedono il ritorno alle urne, anche il presidente dell’Ars Ardizzone… 

“Ardizzone lo dice per provocare ma non ci crede”.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento