Visita

Gli incontri di Matteo Renzi a Catania. I VIDEO

renzi
Il premier Matteo Renzi a Palazzo degli Elefanti
28 nov 2014 - 12:16

CATANIA – Prima tappa catanese del premier Matteo Renzi allo stabilimento 3 Sun della zona industriale. Ha incontrato i dirigenti alla presenza del sindaco Enzo Bianco, dell’europarlamentare Michela Giuffrida e dei sindaci dell’area metropolitana. Alle 11.45 ha lasciato lo stabilimento per dirigersi alla seconda tappa.

Nell’incontro con la stampa ha parlato di occupazione smentendo i dati che danno i tassi di disoccupazione al Sud molto elevati. Ma anche di ripresa economica e di realtà imprenditoriali emergenti. Infine, un occhio di riguardo per Gela e la salvaguardia del polo petrolchimico.

“L’ultima volta che sono venuto qua era aperta la vertenza su Gela e Termini Imerese. Adesso sono state risolte”, ha dichiarato Renzi.

“Continuo a girare come una trottola – prosegue il premier – perché molti pensano ci siano tanti problemi… e ci sono. Ma ci sono anche tantissime realtà d’eccellenza (riferendosi alla 3 Sun, ndr)”.

Ad attendere in Piazza Duomo il primo ministro una protesta di alcuni manifestanti.

Protesta Matteo Renzi 1

Nella seconda tappa, Renzi ha fatto visita allo stabilimento “Condorelli” di Belpasso, dove è stato omaggiato con un grande pasticcino riportante la scritta “Grazie Presidente”.

Successivamente il premier è arrivato nella sede Telecom “ Tim Working Capital accelerator” di via Novara intorno alle ore 13.10, ricevuto ancora una volta dal primo cittadino, dalle autorità e dai dirigenti responsabili della compagnia telefonica. Il premier, dopo un breve saluto alla stampa, si è introdotto negli uffici per la conferenza di rito, mentre alcuni cittadini lo attendevano affacciati dai balconi.

A Palazzo degli Elefanti Renzi è stato accolto dal primo cittadino Enzo Bianco e dai sindaci della costituenda area metropolitana. Con lui il sottosegretario Delrio e la presidente del consiglio comunale etneo Francesca Raciti.

Un gruppo di manifestanti ha duramente contestato il presidente del consiglio e alla fine del vertice vi è stato un contatto con le forze dell’ordine e dei momenti di tensione, con il lancio di un fumogeno.

Enzo Bianco nel suo discorso ha toccato vari temi, tra cui la lotta alla mafia : “Ci sono magistrati che lottano veramente contro la criminalità mafiosa, e non soltanto contro criminalità di strada. Ma anche contro l’intreccio tra criminalità mafiosa, politica e affari. Insomma un’idea di città che si sta rialzando e ce la può fare, diventando un trampolini di lancio del nuovo Sud”.

Poi la richiesta del primo cittadino etneo: “Avere infrastrutture adeguate, l’aeroporto di Catania è quello che cresce col maggior numero di passeggeri. Superiamo i 7 milioni e mezzo, molti dei quali da voli internazionali. Però ho bisogno della pista nuova, più lunga per far atterrare aerei a pieno carico. Catania sta diventando una città turistica ma lo diventerà di più con un aeroporto adeguato. Così i fondi comunitari devono essere utilizzati non solo dalle regioni, ma anche dalle comunità locali, soprattutto nelle grandi città. Catania si candida il perno del sud est che può diventare locomotiva del nostro paese”.

Nel suo intervento il premier ha parlato di buona politica, di speranza e di una “politica che sta fuori dal palazzo”.

 

Andrea Sessa –  Erika Pinieri

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento