Iniziativa

“Giornata della trasparenza, della legalità e dell’integrità” a Mascalucia

Giornata della trasparenza.
2 dic 2015 - 20:18

MASCALUCIA – “Legalità e trasparenza, due termini di cui spesso non si conosce la reale valenza. Due concetti che devono essere uniti a quello dell’agire in modo concreto“. Esordisce così Giovanni Leonardi, sindaco di Mascalucia, nella “Giornata della Trasparenza, della legalità e dell’integrità“, a cui hanno preso parte il vicesindaco, Fabio Cantarella, il segretario generale e responsabile del progetto “Trasparenza Prevenzione Corruzione”, l’avvocato Innocenza Battaglia, il presidente del consiglio comunale, Alfio D’Urso, il presidente dell’Asaae, Gabriella Guerini, il presidente dell’associazione Confedercontribuenti di Mascalucia, Nicola Musumarra, i comandanti della tenenza dei Carabinieri e dei vigili urbani, sempre di Mascalucia, rispettivamente Angelo Narciso e Carmelo Zuccarello  e gli alunni di quinto anno del liceo classico Concetto Marchesi.

Responsabilità, interventi legislativi e politiche per la legalità (quali la confisca dei beni) sono stati gli argomenti costruttivi di un incontro che idealmente possiamo suddividere in due momenti. 

Durante la prima parte, è stato mostrato un report delle attività svolte dall’amministrazione in materia di legalità. Il sindaco Giovanni Leonardi ha infatti presentato in aula le singole iniziative realizzate in questi ultimi anni tra cui i piani di prevenzione della corruzione, e quelli di Trasparenza e  Legalità, la costituzione di parte civile del Comune anche per episodi di racket estortivo, il protocollo d’intesa con la Procura distrettuale di Catania per le demolizioni degli immobili abusivi.  Si è parlato anche di “amministrazione trasparente”: da ormai tre anni infatti sul sito del Comune i cittadini possono sempre controllare tutti gli atti d’ufficio del Comune: una accessibilità a tutto tondo che viene fornita al cittadino attraverso un semplice click. 

Il tema del ‘fare’ per un’amministrazione locale è centrale. Affermare e consolidare una cultura della responsabilità e della trasparenza significa governare realmente e amministrare bene, rispondendo alle esigenze legittime e facendo fronte ai tentativi di infiltrazione e corruzione” ha in conclusione sottolineato il sindaco Leonardi.

A questo primo step è seguita una fase di ascolto e dibattito, a cui sono potuti intervenire anche i ragazzi presenti, in particolare il rappresentante d’istituto del liceo, Giuseppe Trovato: “Ritengo che queste iniziative siano importanti perché rivolte a smuovere le coscienze di noi giovani. Grazie a questi incontri ci si rende conto del lavoro delle amministrazioni comunali“.

Il vicesindaco Cantarella ha concluso la giornata, che ha quindi avuto come fine quello di esaminare gli esiti e gli obiettivi delle politiche di trasparenza e legalità, così: “I giovani sono quelli che riescono meglio a recepire le informazioni e a farne tesoro, riuscendo così a sensibilizzare, con il loro entusiasmo, anche noi più grandi». 

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA