Nomina

Forza Italia e il gran ritorno di Micciché. Sarà il commissario isolano dei berlusconiani

miccichè
20 nov 2015 - 17:50

PALERMO - I fasti del 61 a 0 sono lontani. Così come i tempi degli incarichi di governo e poi di Grande Sud e il sogno di diventare presidente della Regione. Gianfranco Micciché, dalla maggior parte del centrodestra, è ricordato come colui che fece perdere le elezioni a Nello Musumeci nel 2012 candidandosi e facendo un favore a Rosario Crocetta.

Adesso il forzista della prima ora torna sulla scena dopo gli alti e bassi con Silvio Berlusconi, sarà il nuovo commissario di FI in Sicilia dopo la stagione, spesso criticata, del senatore Gibiino.

“Sono grato a Berlusconiha detto Micciché alle agenziee sono sono pronto a dare il massimo del mio impegno. Sono convinto che una prima cosa da fare sarà quella di rincollare i cocci rotti all’interno del partito. Starò molto a contatto con il territorio quotidianamente non avendo attualmente incarichi parlamentari”.

Mentre Gibiino lavorerà più a stretto contatto con Berlusconi: “Lavorerò con il presidente ma non posso dire nulla. Questa collaborazione diretta riguarderà i futuri assetti del partito, non aggiungo altro”.

Però il senatore, in alcune dichiarazioni all’Adnkronos, non nasconde la voglia di lanciare qualche stilettata: “L’obbligo di tutti è seguire le direttive del coordinatore regionale, ma negli ultimi tempi alcuni non hanno adempiuto a questo obbligo, non per esigenze di natura personale ma di posizionamento politico. C’è chi vuole dar vita a un patto del Nazareno 3, in salsa siciliana, e chi, invece, come il sottoscritto, punta a costruire un centrodestra forte”.

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati