Expo 2015

Expo 2015: Sicilia pronta a partire

conferenza Expo Ragalna
30 lug 2014 - 20:28

RAGALNA - Si è tenuto lo scorso 29 Luglio, nell’incantevole contesto del Palmento Arena a Ragalna, l’incontro di preparazione dei lavori dell’Expo Milano 2015, evento che dall’ 1 Maggio al 31 Ottobre 2015 prevede un’affluenza di visitatori nell’ordine dei 20 – 30 milioni, provenienti da ogni parte del mondo.

Conferenza Expo 2015 Ragalna

L’evento, promosso da HUB-Siciliainternazionale, organizzazione no profit che mira ad accelerare il processo di internazionalizzazione della Sicilia, si è posto l’obiettivo di offrire alle “eccellenze siciliane” e al “made in Sicily” la più ampia visibilità possibile, offrendo ad imprenditori, produttori e operatori del settore agroalimentare, agrituristico e ricettivo di essere presenti personalmente nelle strutture e negli spazi allestiti per l’evento milanese.

Un’occasione per far conoscere il “prodotto Sicilia” che, mai come oggi, abbisogna di essere promosso, sostenuto e sponsorizzato, anche al di fuori dei confini internazionali, e che consentirebbe di attirare nell’Isola un gran numero di visitatori e turisti interessati a tanta ricchezza.

Palmento Arena Ragalna

A presiedere e coordinare lo svolgimento della discussione il neo sindaco di Ragalna Salvo Chisari, che, dopo il discorso di apertura, con il quale ha mostrato soddisfazione nell’ospitare un evento tanto importante e gratitudine per la grandissima risposta da parte degli operatori interessati al progetto, ha passato la parola al presidente di HUB-Siciliainternazionale, nonché promotore dell’evento. Francesco Attaguile ed a Mario Bevacqua, presidente emerito dell’Uftaa, l’organizzazione mondiale delle federazioni nazionali degli agenti di viaggio, i quali si sono occupati di illustrare le “strategie” atte a convogliare in Sicilia il maggior numero di visitatori possibile a seguito della “vetrina” milanese.

Uditorio Convegno Expo 2015 Ragalna

Al dibattito sono intervenuti l’ing. Concetto Bellia, Presidente del GAL Etna Alcantara, il Sindaco di Piedimonte Etneo l’avv. Ignazio Puglisi, il Maestro Barbaro Messina, direttore della Scuola di ceramica su pietra lavica, il dott. Michelangelo Lo Monaco, Presidente del Distretto “Antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari di Sicilia” e segretario generale del Comune di Taormina, la dott.ssa Pinella Costa, Presidente dell’Associazione “Gusto di campagna”, il console della Turchia il dott. Domenico Romeo, il senatore Giuseppe Lo Curzio, l’onorevole Alfio Papale, ex sindaco della città di Belpasso, nonchè presidente del Distretto Produttivo della Pietra Lavica e la dott.ssa Maria Antonietta Mazzaglia, Presidente del Parco dell’Etna.

Presenti alla discussione, inoltre, il dott. Aldo Garozzo di Confindustria Siracusa, l’avv. Mimmo Azzia, presidente di Sicilia-Mondo, il dott. Domenico Coco di Confesercenti, il dott. Sebastiano Scionti, della Società di trasporti Scionti Catania, il vicesindaco ed il presidente del consiglio comunale di Ragalna Vincenzo Messina, il sindaco di Castel di Iudica Giuseppe Grasso, il dott. Papa del Parco dell’Alcantara, il sindaco di Nicolosi Antonino Borzì, la dott.ssa Chiara Longo assessore all’istruzione, ambiente e territorio del Comune di Adrano, il dott. Luigi Savarino del distretto Lions Sicilia, l’assessore alle attività produttive e allo sviluppo economico Agostino Borzì della città di Paternò, la dott.ssa Salvina Sambataro presidente della Pro Loco di Paternò, il dott. Gaetano Tassone presidente del centro “Sole dell’Etna”, l’architetto Michele Germanà presidente del GAL Calatino, oltre a molti altri operatori di vari settori e rappresentanti di varie amministrazioni comunali del comprensorio etneo.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati