ARS

Ex Province, non c’è due senza tre: legge da rifare ancora una volta

ars
3 mag 2016 - 19:34

PALERMO – Tornerà in aula per essere nuovamente modificata la legge di riforma delle ex Province. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo dell’Ars riunita oggi a Palazzo dei Normanni.

Recepiti e analizzati i rilievi avanzati da Palazzo Chigi la commissione capigruppo ha deciso di riformare di nuovo la riforma senza resistere davanti alla Corte Costituzionale alle indicazioni romane. Per un iter rapido di approvazione della legge è stato predisposto e depositato un emendamento che modifica il sistema di elezione del sindaco della città metropolitana che coinciderà con il sindaco del capoluogo di provincia così come previsto dalla riforma nazionale Delrio.

L’emendamento è stato firmato da tutti i capigruppo della maggioranza e da Forza Italia mentre non hanno apposto la loro firma MpA – partito dei siciliani, Lista Musumeci e Movimento 5 stelle.

Per leggere tutto l’articolo di Manlio Viola clicca qui

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA