Disagio

Ex Province, dirigente istituto De Felice: “A noi manca figura politica di riferimento”

Istituto De Felice
22 mar 2016 - 13:24

CATANIA – “Manca una figura politica di riferimento”, ecco cosa sottolinea il preside dell’Istituto De Felice di Catania, Francesco Ficicchia.   

Dopo l’abolizione delle province anche le scuole stanno vivendo un periodo di sbandamento proprio  per l’assenza delle basilari figure di riferimento. 

Sostanzialmente l’apparato amministrativo delle scuole è rimasto lo stesso – dichiara il preside del De Felice -, quanto meno i servizi continuano ad essere assicurati perché l’assetto organizzativo è sempre quello a cui facevamo riferimento prima. Non è bello, però, non avere un punto di riferimento politico”

“In questo periodo - continua il preside Ficicchia - siamo rimasti costantemente in contatto con il commissario, che si è sempre dimostrato ben disponibile ad ascoltare i bisogni delle scuole. Recentemente, infatti, siamo anche riusciti a concludere alcuni lavori di edilizia. Ma la domanda che mi pongo è: il 30 giugno scadrà l’accordo di questi commissari e noi che faremo? A chi ci rivolgeremo?”.

Sulle base anche di queste riflessioni, si spiega anche l’esigenza espressa dall’onorevole Nello Musumeci di prendere decisioni in tempi rapidi.

Secondo quanto dichiarato dal dirigente scolastico Ficicchia fino ad ora è stata garantita l’ordinaria manutenzione della struttura scolastica ma “Nonostante la forte presenza del commissario si avverte l’assenza della carica politica”

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA