Cambiamento

“Diventerà Bellissima” a Catania, Musumeci: “Bisogna abbandonare gli schemi”

Diventerà Bellissima Nello Musumeci
Nello Musumeci, deputato ARS
5 set 2015 - 12:42

CATANIA - L’esigenza di cambiamento a livello politico e sociale sembra sempre più necessaria agli occhi di tutti. Per questo il prossimo 10 settembre alla Vecchia Dogana avrà luogo la manifestazione di “Diventerà Bellissima”, di cui è promotore Nello Musumeci.

Il movimento civico è stato inaugurato a Palermo e si è diffuso sul territorio grazie all’impegno di gente che ha orbitato nel mondo della politica, ma anche da chi non ha mai avuto alcuna esperienza in questo campo. E, per l’attuale situazione cui versa l’Italia e la Sicilia, va contro molte scelte “renziane” e “crocettiane”.

Come spiega il deputato all’Assemblea Regionale Siciliana Nello Musumeci, “Diventerà Bellissima” si presenta come proposta culturale e politica: “Il progetto è rivolto a chi ritiene che in Sicilia, per la gravità del momento, bisogna mettere da parte gli egoismi dei partiti e di collaborare creando uno stimolo al dibattito. Siamo orgogliosi di tutto ciò e per l’adesione avuta. Lo scorso 11 aprile abbiamo superato ogni aspettativa di adesione e alle ciminiere c’è gente che è dovuta andar via o seguire la presentazione in condizioni sfavorevoli”.

“Significa – spiega Musumeci – che ci vuole una buona politica. Quello che c’è oggi sembra inadeguato. L’Isola è in ginocchio e vogliamo proporre un’alternativa. Nella manifestazione abbiamo inserito appuntamenti di varia natura finalizzati a dimostrare che la Sicilia può avere un ruolo politico diverso nel panorama nazionale e internazionale”

Nel corso dei tre giorni, ci saranno circa 40 volontari. Si inizierà giovedì pomeriggio e si proseguirà fino a sabato: il tutto grazie ai ricavi degli stand e ai contributi dei volontari, perché il movimento non usufruisce di finanziamenti. L’evento si concluderà nel pomeriggio di sabato con l’intervento di Musumeci: “Noi siamo alleati con tutto il mondo e con chi ha ancora una speranza. Abbiamo maturato la consapevolezza che non servono più le rigidità legate allo schieramento, ma bisogna dare risposta ai giovani, una soluzione al fenomeno migratorio, alla crisi delle imprese, alle campagne abbandonate e alla mancanza di protagonismo della Sicilia. È un progetto con pochi punti ma essenziali”.

Nel primo giorno si ascolteranno le parole dei “sindaci in trincea”, quelli che devono auto regolarsi per i problemi principalmente finanziarie e quelli che, per il loro operato, hanno a che fare con le minacce della malavita.

Il secondo giorno sarà dedicato alla sanità in Sicilia, dando spazio alle proposte sul modello più idoneo da seguire. Nel corso dell’incontro interverrà Francesco Pulvirenti, il medico malato di ebola. Successivamente, verrà dato spazio al tema dell’immigrazione.

L’ultimo appuntamento, invece, si aprirà la mattina con il dibattito sulla crisi della regione siciliana, analizzata attraverso l’intervento di molti parlamentari dell’ARS. A seguire è previsto un incontro con i giovani e con giornalisti nazionali, per prendere atto dell’immagine della Sicilia. Infine, a chiusura della manifestazione, alle ore 19, interverrà Nello Musumeci.

“Diventerà Bellissima” sarà  contornata da altri spettacoli interessanti, tra i quali “Buttanissima Sicilia” del noto scrittore e giornalista Pietrangelo Buttafuoco che sarà fruibile gratuitamente.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento