Polemica

Dimissioni del sindaco di Giarre: “conseguenza di un percorso solitario”

Roberto Bonaccorsi
22 mar 2016 - 16:59

GIARRE - “La scelta di Roberto Bonaccorsi di dimettersi da primo cittadino di Giarre è la naturale conseguenza di un percorso che il sindaco ha voluto fare sempre da solo senza trovare soluzione alcuna ai problemi della città“.

Tuonano forti e chiare le accuse del deputato regionale del Pd Luca Sammartino, che fa sentire la sua voce per commentare le dimissioni annunciate dal sindaco di Giarre Roberto Bonaccorsi.

Mentre il primo cittadino ha lasciato sulla sua pagina facebbok un messaggio ai suoi sostenitori commentando così la sua scelta: 

Ho preso oggi la decisione di dimettermi da sindaco. Lo ritengo un atto di rispetto nei confronti dei cittadini, di Giarre, della volontà popolare emersa dalle ultime elezioni, volontà che non è più possibile stravolgere. Lascio con la consapevolezza di essere l’unico baluardo dell’indipendenza di questa città. Nei prossimi giorni torneremo ad incontrarci, vi racconterò come sempre la verità“.

La verità, secondo Sammartino, è che invece sarebbero stati troppi i tentativi fatti dal primo cittadino prima di giungere a una decisione presa, forse, con un po’ di ritardo: “Dispiace vedere una comunità come quella di Giarre allo sbando. Dispiace constatare come il Comune sia in uno stato disastroso. Appare evidente che il sindaco, dopo fin troppi tentativi, abbia preso coscienza della situazione e compiuto, finalmente, un apprezzabile gesto di responsabilità”.

È necessario, adesso – conclude Sammartino – ripartire con rinnovato impegno guardando all’interesse di Giarre e dei suoi abitanti, dare voce alle loro esigenze e riprendere in mano le sorti di questo comune”.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA